Lunedì, 26 Luglio 2021
Cultura

"L'alienato" vince il premio letterario nazionale "Terzo millennio"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Nuova traguardo per Vito Introna, scrittore Barese che in coppia con Francesca Panzacchi si aggiudica il Primo Premio al Concorso Letterario Nazionale "Terzo Millennio" con il libro "L'alienato", edito da Milena Edizioni nel 2014.

Il prestigioso Premio, giunto quest'anno alla XIV° edizione e patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, è indetto dalla C.A.P.I.T. e organizzato dalla Federazione Italiana Attività Letterarie (F.I.A.L.).

La cerimonia di premiazione si terrà il prossimo 25 ottobre alle ore 16.00 presso il Teatro dei Dioscuri di Roma alla presenza delle autorità, dei giurati e dei dirigenti della CAPIT, organizzatrice della manifestazione.

La Giuria, presieduta dal dott. Riccardo Nardovino, è composta da Paolo Briganti, Nicla Morletti, Aldo Onorati, Giulio Panzani, Franca D'Urbano, Anna Guglielmi.

Vito Introna, laureato con lode in legge, abilitato avvocato e docente di diritto ed economia, attualmente si sposta tra Roma e Milano per conto di uno studio associato. Ha all'attivo i romanzi: "Vorrei che il cielo fosse imparziale" (2010) edizioni EDS; "Antiche guerre cosmiche" (2011) edizioni EDS; "La Maschera di Pazuzu" (2013) edizioni GDS; "Ainor l'apolide" edizioni Loquendo (2013) che si è aggiudicato la coppa del miglior romanzo di fantascienza nel premio letterario "Scriviamo insieme"; "L'Alienato" (Milena Edizioni, 2013) scritto con Francesca Panzacchi. Il racconto "La costumanza di Syulut" ha vinto il Premio Speciale della Giuria nell'ambito del concorso di scrittura fantastica GIULIO VERNE III ed è ospitato nell'antologia "Strani nuovi mondi 2012" delle edizioni La Vigna. Suoi racconti sono stati selezionati in numerose antologie dedicate al fantastico. È stato editor e curatore delle collane digitali "Scritture aliene I" di EDS e "Future alchimie" di Edizioni Libro Aperto. Ha collaborato con le edizioni Il Papavero nella collana "I quaderni di fantascienza". Attualmente segue la rinata collana "Scritture aliene II" per conto dell'editore GDS ed è in procinto di pubblicare il romanzo Noir "L'alba dei reietti" con le Edizioni Etromirror.

Francesca Panzacchi si è laureata in Scienze Politiche all'Università di Bologna. Curatrice delle Collane Light e Blue della Ciesse Edizioni, ha collaborato con Il Resto del Carlino e ha pubblicato due audiolibri di fiabe per TreeBook Audioeditore. Con Ciesse Edizioni ha pubblicato La casa di Sveva (2010) che nel 2012 si è classificato III° al Premio Letterario Nazionale "Il Delfino" e II° al Premio Letterario Nazionale "Città di Fucecchio"; Il Normanno (2011) al quale nel 2013 sono stati conferiti il Premio Speciale della Giuria per il romanzo storico al Premio Letterario Nazionale "Viareggio Carnevale" e il Premio Speciale della Giuria al Concorso Letterario Nazionale "Terzo Millennio"; la silloge poetica Sospiri (2011); Delitti al castello (2012); Le ricette del desiderio (2012), il libro fotografico D'ombra e di luce (2012) e Andrea contro Sveva (2013) che ha vinto la XII° edizione del Premio Letterario Nazionale "Il delfino". Con Vito Introna ha pubblicato L'alienato (Milena Edizioni, 2014) romanzo vincitore della XIV° edizione del Premio Letterario Nazionale "Terzo Millennio". Nel 2010 ha partecipato alla trasmissione radiofonica di Radio Uno RAI "L'uomo della notte" condotta da Maurizio Costanzo. Il suo racconto "Adesso mi chiama" è stato pubblicato nell'e-book "Italians - una giornata nel mondo" curato da Beppe Severgnini (Rizzoli, 2008).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'alienato" vince il premio letterario nazionale "Terzo millennio"

BariToday è in caricamento