Addio a Bernardo Bertolucci: incantò il pubblico del Petruzzelli raccontando la genesi di 'Ultimo tango a Parigi'

Più volte premiato con l'oscar, scompare a 77 anni. Ospite dell'ultima edizione dei Bif&st, fu protagonista di una masterclass per la presentazione della versione restaurata della pellicola

Bertolucci a Bari durante il Bif&st

Scompare all'età di 77 anni Bernardo Bertolucci, autentica icona del cinema italiano, regista di tanti capolavori immortali, tra cui il celeberrimo 'Ultimo tango a Parigi'. Una pellicola trasgressiva e complessa, che non mancò all'epoca - ma anche negli anni successivi - di generare dibattiti per le scene di sesso mostrate in video. Una pellicola che a Bari fu presentata in una versione restaurata, durante l'ultima edizione del Bif&est.

Fu proprio nella masterclass al teatro Petruzzelli dello scorso aprile che il regista fece un'apparizione, forse già provato dagli anni, visto che rimase per tutta la presentazione seduto sulla sua carrozzina. E lì raccontò della genesi della pellicola nel 1972, capace di dividere pubblico e critica e di arrivare ad avere persino conseguenze giudiziarie. E fu proprio la controversa sceneggiatura a rendere difficile persino la scelta del cast, visto che molti attori rifiutarono la parte del protagonista. Tra questi Jean-Paul Belmondo che "quasi mi cacciò dicendo che non avrebbe voluto girare un porno" ricordò allora Bertolucci.

E sul palco il regista non mancò di raccontare quali erano stati i suoi modelli dietro la cinepresa. Lui che era ormai un maestro del cinema, non mancò di citare durante l'incontro le parole di uno dei suoi modelli, il francese Jean Renoir:

Per me uno dei più importanti dell'intera storia del cinema, diceva che mentre si girava un film bisognava lasciare una porta aperta nello studio, perchè non si sa mai chi possa entrare, cosa possa succedere. In pratica, voleva dirci che creare attraverso uno 'spiffero' di realtà vera che entra sul set può aiutare ulteriormente nella ricerca dell'ispirazione di tutto lo staff".

Allora furono gli applausi di un Petruzzelli sold-out a tributare il suo successo, un'eredità che proseguirà grazie alle sue pellicole anche negli anni a venire, ora che il visionario 'poeta dell'immagine' non c'è più.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento