menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La presentazione dell'iniziativa

La presentazione dell'iniziativa

II Fortino ospiterà il 'Museo dello sport barese': "Un omaggio agli atleti di questa terra"

L'esposizione, che si terrà dal primo al 20 giugno, è stata organizzata dall'associazione 'Il teodoforo'. Questa mattina la presentazione alla presenza dei rappresentanti della commissione Culture

Uno spazio che vuole omaggiare la storia dello sport barese e dei suoi atleti in tutte le discipline, dal calcio fino alla vela, passando per canotaggio e baseball. Sarà il Fortino di Sant'Antonio ad ospitare dal primo al 20 giugno il 'Museo dello sport barese', iniziativa organizzata dall'associazione 'Il Teodoforo'.

Questa mattina è stato presentato l'evento dal presidente dell'associazione Vito Antonacci, alla presenza del presidente e del vice presidente della commissione comunale Culture, Giuseppe Cascella e Filippo Melchiorre. Ospiti dell'incontro anche Nani Campione, caporedattore del quotidiano 'La Gazzetta del Mezzogiorno', Fernando Cervellieri della Lega Navale, Vincenzo Serino, segretario generale Baseball Club Bari, Elio Di Summa, ex presidente UISP Bari, Gigi Frisini, presidente pro tempore dell’associazione Stadio dei Sogni, Franco Castellano, ex presidente associazione Veterani dello Sport Barese e Nicola Tagliano, ex calciatore del Bari.

Un progetto che vedrà la collaborazione di diverse associazioni, ma anche di appassionati di sport, che potranno mettere a disposizione dello spazio i loro cimeli. "Vogliamo organizzare - ha spiegato Cascella - una squadra che sensibilizzi tutti gli appassionati che possiedono oggetti, ritagli di giornale d’epoca, foto e video che colgono attimi romantici di sport barese, a metterli a disposizione della mostra, in modo da poter arricchire una collezione che sarà preziosa vetrina dello sport, e quindi della storia e della cultura della città". 

Durante la cerimonia è stata anche consegnata una targa a Gianni Antonucci - per anni direttore della rivista 'Bari calcio' - quale riconoscimento "della straordinaria passione culturale e storica per lo sport barese e in particolare per la squadra di calcio biancorossa", ha precisato Melchiorre."Pensate ad un bambino - prosegue il consigliere - che osserva i cimeli sportivi: sarà trasportato in un tempo lontano, e gli sembrerà di vivere un sogno. E, come è scritto nel libro “Il piccolo principe”, se tutti quanti ci ricordassimo di essere stati bambini, il mondo sarebbe migliore. È questo il sogno che Antonucci ci propone: il sogno della passione, di amare qualche cosa con il cuore di un fanciullo”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento