menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Premio 'Mimmo Bucci' per la musica emergente, il 30 gennaio la finale al Petruzzelli

In Comune la presentazione dell'ottava edizione del festival, dedicato al giovane cantante barese ucciso nel 2007 da una moto pirata sul lungomare

Si terrà il prossimo 30 gennaio, al Teatro Petruzzelli, la serata conclusiva del Premio 'Mimmo Bucci' - Festival nazionale della musica emergente. La manifestazione, giunta all'ottava edizione, è dedicata al giovane cantante barese prematuramente scomparso la notte del 15 maggio 2007, ucciso da una moto pirata sul lungomare.

La serata finale dell'evento è stata presentata questa mattina a Palazzo di Città. Insieme ai genitori di Mimmo Bucci, hanno preso parte alla presentazione il sindaco di Bari Antonio Decaro, l’assessore alla cultura Silvio Maselli, il presidente della FC Bari 1908 Gianluca Paparesta, Antonello Vannucci, organizzatore del festival, e i referenti dell’Area Solidale della società biancorossa Michele Cellamare e Sergio Fanelli.

"Siamo molto contenti - ha detto il primo cittadino - di essere riusciti a sostenere anche quest’anno il premio Mimmo Bucci che è arrivato alla sua ottava edizione. Siamo ancora più convinti di voler portare avanti questa iniziativa e soprattutto di volerla portare avanti così come era stata pensato: con la serata finale al Teatro Petruzzelli. Perché il premio Mimmo Bucci e il ricordo di Mimmo parlano di arte, di musica, di voglia di credere nei propri sogni. Faccio sin da ora il mio in bocca al lupo a tutti i ragazzi che sono arrivati in finale e che si esibiranno quella sera, mi auguro che sia una serata piacevole e divertente per tutti e ringrazio i genitori di Mimmo per il loro lavoro e per tutte le attività che portano avanti con questi ragazzi, nel ricordo della grande passione che Mimmo aveva per la musica, sono un grande esempio per l’associazione e per tutta la città".

"Come football  club è bello ricordare un cittadino, un amico, un tifoso, ed è per noi motivo di grande orgoglio prendere parte a questa manifestazione. Sabato speriamo di tornare da Pescara vittoriosi e pronti per partecipare a questa bellissima serata”, ha dichiarato il presidente biancorosso Gianluca Paparesta. "Il nostro obiettivo è poter dare alle band emergenti un palco dove potersi esibire, questo è sempre stato quello che Mimmo voleva – ha aggiunto Antonello Vannucci - Non dimentichiamoci che quando in questa città nessuno se lo filava, lui ha dovuto calcare i palchi di altre città italiane, vincere premi altrove prima che nella sua amata Bari qualcuno si accorgesse di lui".

“Tra due anni spero di poter ospitare l’evento all’interno del teatro Margherita - ha dichiarato Silvio Maselli, assessore alla Cultura del comune di Bari - Questo è un premio dedicato alla memoria di un ragazzo che voleva fare musica e ci è riuscito. Il nostro lavoro come istituzione è quello di dare un palco, dove poter far realizzare i sogni di tutti i ragazzi che amano questo mondo”. "Questo è il festival degli amici, tutti gli amici di Mimmo mi stanno dando una mano affinché questa iniziativa vada avanti, mi sostengono e mi aiutano", ha detto in chiusura Francesca Lozito Bucci, ringraziando tutti coloro che hanno collaborato all'organizzazione dell'evento.

A salire sul palco il 30 gennaio saranno nove finalisti: Dario e i Meridionali, Rosanna D’Aprile, Monodia, Mizio Vilardi, Zerocaffeina, One Beat Crew, Frieda, Alessandro Montelli, Full Immersion. Si esibiranno a gruppi di tre, intervallati dalle esibizioni degli ospiti che prenderanno parte alla serata: Renato Ciardo, Antonello Vannucci e il chitarrista americano di Vasco Rossi Stef Burns. I finalisti saranno giudicati da commissione di esperti formati da giornalisti, critici musicali e produttori. Il primo classificato si aggiudicherà un premio in denaro oltre alla targa, mentre al secondo e terza classificato andrà una targa. L’evento è patrocinato dalla Regione Puglia e dal Comune di Bari.
    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento