Cultura Bari Vecchia / Corso Vittorio Emanuele

Bif&st, nella seconda edizione post Covid obbligo prenotazione e niente abbonamenti. Mirren, Virzì e Faenza protagonisti delle masterclass

Nuovi dettagli relativi alla kermesse cinematografica sono stati svelati in mattinata durante un incontro al Piccinni. Si dovrà prenotare anche per gli eventi gratuiti sul circuito Vivaticket, ma rimarrà la possibilità di acquistare i biglietti ai botteghini dei teatri

"Torniamo al Bif&st con una programmazione completa, ma costretta a fare i conti con le limitazioni di capienza imposte dalla pandemia. Ci siamo adattati". Le parole di Felice Laudadio ben raccontano come la kermesse di cui è direttore artistico si trasforma per l'edizione 2021. E non ha caso ha voluto raccontare questa trasformazione - oltre a diverse novità, sia di programmazione che organizzative, all'interno del Piccinni, uno dei tre teatri, insieme al rinato Teatro Kursaal Santa Lucia e al Petruzzelli che ospiterà la rassegna del famoso 'miglio' che ha tenuto a ricordare anche il sindaco Antonio Decaro durante la presentazione in mattinata.

Prenotazione obbligatoria e niente abbonamenti

L'anteprima del Bif&st si terrà proprio nel Kursaal Santa Lucia a Madonnella a tre mesi dal termine del restauro con il film 'Ennio' di Giuseppe Tornatore, che avrà due proiezioni: una dedicata esclusivamente alle maestranze e agli Enti finanziatori che hanno restaurato il teatro, oltre che alla stampa, e una alle 22 per il pubblico. Come per tutti gli appuntamenti della rassegna sarà obbligatoria la prenotazione, disponibile a partire dalle ore 9 del 18 settembre sul circuito Vivaticket e sul sito ufficiale della kermesse. "Una formula che è stata sperimentata con successo anche a Venezia - ricorda Laudadio - e che dà diritto al posto assegnato". Inoltre per l'edizione 2021 le masterclass gratuite potranno essere seguite accedendo al Petruzzelli solo a inizio proiezione del film ad esse collegate, sempre prenotando prima con le stesse modalità. "Abbiamo scelto di usufruire dell'obbligo di prenotazione - aggiunge Angelo Ceglie, direttore organizzativo del Bif&st - perché così eviteremo anche gli assembramenti ai botteghini a cui abbiamo assistito lo scorso anno. Rimarrà comunque la possibilità di acquistare un numero ristretto di biglietti per gli eventi a pagamento esclusivamente nel giorno della proiezione e nei teatri dove è presente il botteghino, come il Piccinni". Non ci sarà invece più possibilità di acquistare un abbonamento per le Anteprime internazionali (il cui biglietto singolo costa 15 euro), per la rassegna Panorama internazionale (biglietto 3 euro); mentre le Anteprime italiane e la performance di Gabriele Lavia intitolata 'L'uomo senza il fiore in bocca' avranno un costo di 3 euro. 

Le 'soprese' svelate

Non mancano alcune 'sorprese' del programma, che sono state annunciate: il 27 settembre sarà Roberto Faenza a tenere la sua masterclass al Petruzzelli dopo la proiezione del film da lui diretto 'La verità sta in cielo'. Oltre al regista, anche Helen Mirren riceverà il 'Federico Fellini Platinum Award for Cinematic Excellence'. L'attrice sarà poi protagonista di una masterclass con Paolo Virzì prima della proiezione del film 'Ella & John'. Inoltre è stata aggiunta un'altra proiezione gratuita del cortometraggio 'Vicine' della giovane regista Martina Di Tommaso, di recente scomparsa: si terrà il 28 settembre alle 17 al Piccinni. Gli ultimi due annunci di Laudadio riguardano poi 'Hungry Hearts', che sarà introdotto dal regista Saverio Costanzo e da Alba Rohrwacher, mentre "il film restaurato dalla Cineteca nazionale 'Il cammino della speranza' di Pietro Germi sarà introdotto dall'attore Saverio Vallone, figlio del protagonista del film Raf Vallone" ha ricordato il direttore artistico.

La lista degli ospiti che saranno premiati

Durante l'incontro è stata anche diffusa la lista dei premi che saranno conferiti durante la kermesse, scelti dala giuria dei critici cinematografici dell'ltaliaFilmFest - composta da Fabio Ferzetti, Felice  Laudadio, Enrico Magrelli, Franco Montini, Marco Spagnoli, facenti capo alla direzione  artistica del Bif&st - per i cineasti dei 6 fìlm italiani usciti in sala o passati nei festival internazionali da giugno 2021:

Premio Mario Monicelli per il miglior regista: Mario Martone per 'Qui rido io'. Premio Franco Cristaldi per il miglior  produttore: Indigo Film, Rai Cinema, Tornasol per 'Qui rido io' di Mario Martone; Premio Anna Magnani per la migliore attrice protagonista: Teresa Saponangelo per 'È  stata la mano di Dio' di Paolo Sorrentino; Premio Vittorio Gassman per il miglior attore  protagonista: Toni Servillo per 'Qui rido io' di Mario Martone - 'È stata la mano di Dio' di  Paolo Sorrentino - 'Aria ferma' di Leonardo Di Costanzo; Premio Alida Valli per la migliore  attrice non protagonista: Margherita Buy per 'Tre piani' di Nanni Moretti; Premio  Alberto Sordi per il miglior attore non protagonista: Gìanfelice Imparato per 'Qui rido io' di Mario Martone e 'Il bambino nascosto' di Roberto Andò; Premio Ennio Morricone per  il miglior compositore: Pasquale Scialò per le musiche di 'Ariaferma' di Leonardo Di Costanzo; Premio speciale della giuria dei critici per l'eccezionalità dell'impresa cinematografìca: Marco Bellocchio per 'Marx può aspettare'.

l 4 premi ottenuti da 'Qui rido io' verranno conferiti aI Teatro Petruzzelli nella serata di sabato 25 settembre. Tutti i premiati  saranno presenti al Bif&st ad eccezione di Margherita Buy impegnata su un set. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bif&st, nella seconda edizione post Covid obbligo prenotazione e niente abbonamenti. Mirren, Virzì e Faenza protagonisti delle masterclass

BariToday è in caricamento