Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cultura

“Sosteniamo i progetti dei nostri giovani artisti”: Faux apre una riflessione sul concetto di arte

L’Assessore alla Cultura del Comune di Bari e vice-presidente della Provincia Nuccio Altieri elogia la mostra fotografica dell’artista coratina Adele Samarelli, in programma fino al 28 ottobre a Bari, presso il Castello Svevo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Il Vero e il Falso e la loro interpretazione nell’arte sono stati i temi di Faux,  la mostra fotografica dell’artista coratina Adele Samarelli, ospitata presso il Castello Svevo di Bari, all'interno della programmazione 2011 dell'Associazione culturale "La Corte, fotografia e ricerca" curata da Fausta Maria Bolettieri, con il Patrocinio degli Assessorato alla Cultura della Provincia di Bari. Un evento che rientra nell'ambito delle manifestazioni organizzate dall'associazione "La corte - Fotografia e ricerca" per celebrare il decennale della fondazione. Grande partecipazione ma soprattutto grande successo per l’esposizione, che ha coinvolto giovani e meno giovani, alla riscoperta “dell’imitazione”, nel senso più puro del termine e che solo l’arte sa spiegare fino in fondo. Tra gli apprezzamenti, arriva anche quello di Nuccio Altieri, vice-presidente della Provincia di Bari e Assessore alla Cultura del Comune di Bari, promotore di una serie di iniziative nel capoluogo pugliese: “L'attualità e la modernità dei dipinti classici reinterpretati dall'artista Dada Samarelli attraverso la fotografia – spiega Nuccio Altieri -  rappresenta oggi una delle tecniche più all'avanguardia e di grande interesse”. Faux ha anche stimolato una riflessione sul concetto di “vero” nell’arte contemporanea. Scoprire la vera arte, come spiega l’Assessore alla Cultura di Bari, significa intravedere qualcosa al di fuori dal comune, capace di emozionare: “La vera arte è l'idea e l'originalità propria della creatività dell'artista. Ci sono tante bellissime fotografie che ogni giorno colpiscono la nostra attenzione ma solo pochissime di queste possono considerarsi un'opera d'arte infatti al di là del giudizio meramente estetico, l'opera si distingue dalle altre per la capacità di colpirci, sconvolgerci, emozionarci non solo con i colori e le forme del soggetto ma con la forza dell'idea e del messaggio che l'artista vuole trasferirci . Ritengo molto originale l'idea avuta da Adele Samarelli, perchè ha saputo andare oltre la mera raffigurazione, personalizzando un concetto".  Promuovere l’arte, soprattutto se gli autori sono i giovani, è un dovere in un momento nazionale particolare, in cui la perdita dei valori e la massificazione della cultura rischiano di raffreddare un cuore pulsante del nostro territorio.  Da ormai due anni e mezzo – conclude Nuccio Altieri - mi occupo di sostenere progetti e mostre di giovani artisti perchè possano avere la giusta visibilità e valorizzazione che solo attraverso il contatto diretto con il pubblico si può avere. Ho reso fruibile quindi un luogo straordinario della nostra città - il Complesso Monumentale di S.Scolastica - nel quale, con soluzioni di continuità, sono ospitate mostre ed eventi in cui i giovani artisti sono sempre ricompresi tra i protagonisti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Sosteniamo i progetti dei nostri giovani artisti”: Faux apre una riflessione sul concetto di arte

BariToday è in caricamento