Venerdì, 24 Settembre 2021
Cultura

Quaranta spettacoli e una nuova produzione: il Consorzio 'Teatri di Bari' pronto per la nuova stagione

La presentazione del cartellone 2017/2018 è stato l'occasione per tracciare un bilancio del primo triennio di attività. Il direttore Cipriano: "Nostro obiettivo essere punto di riferimento regionale"

Oltre quaranta spettacoli in cartellone, tra Kismet e Abeliano, una nuova produzione in scena nel marzo 2018, e ancora, laboratori teatrali e un'offerta specifica per famiglie e scuole. Il Consorzio 'Teatri di Bari' si appresta ad aprire la stagione 2017/2017, le cui proposte sono state presentate questa mattina in conferenza stampa.

Il primo triennio di attività: "Al lavoro per costruire una comunità artistica"

L'incontro ha rappresentato anche l'occasione per fare il punto sui primi tre anni di attività del consorzio, costituito nel 2014 come noto dalle Cooperative Gruppo Abeliano, Teatro Kismet Opera e Coema e riconosciuto come Tric - Teatro di Rilevante Interesse Culturale dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Diverse le collaborazioni, con 412 recite di compagnie ospitate (290 pugliesi) e 758 recite prodotte e distribuite in Italia e all’estero, per citare solo alcuni numeri. "La progettualità che il Consorzio Teatri di Bari ha voluto configurare è quella di una comunità; una comunità principalmente artistica – spiega Vincenzo Cipriano, direttore di Teatri di Bari - che vede coinvolti anche enti pubblici nazionali e internazionali, enti locali, scuole, imprese private e cittadini fruitori/spettatori dei servizi e dei progetti. Unico Teatro di rilevante interesse culturale (TRIC) della Puglia e del Meridione, il Consorzio Teatri di Bari ha tra i suoi obiettivi principali quello di essere punto di riferimento a livello regionale delle attività teatrali, dello spettacolo dal vivo e della cultura in generale".

La stagione 2017/2018

Un percorso, quello dei Teatri di Bari, che continua volgendo lo sguardo alla tradizione e con il piglio di crescere nella sperimentazione. Da qui il titolo della nuova stagione “Futuri possibili radici”. Il cartellone degli spettacoli serali tra Kismet e Abeliano, firmati dal direttore artistico Vito Signorile, con la collaborazione di Teresa Ludovico, è stato presentato questa mattina. A marzo 2018 sul palco del Kismet una nuova produzione dei Teatri di Bari una riscrittura di Teresa Ludovico dell'Anfitrione di Plauto.  “Il nostro obiettivo – spiega Vito Signorile, direttore artistico dei Teatri di Bari – è dare esempi e creare condizioni di partenza sempre più eque e lungimiranti per noi stessi e per i nostri giovani talenti. Possibili radici e nuova linfa verso nuove visioni e futuri sempre migliori”. Accanto alla proposta di teatro serale contemporaneo, la stagione dei Teatri di Bari avrà poi come sempre il suo cartellone per le famiglie e per le scuole che sarà presentato in un momento ad hoc a settembre, mentre è già possibile iscriversi ai numerosi laboratori teatrali rivolti a tutte le fasce d'età (dai bambini agli anziani) che cominceranno fra fine ottobre e inizio novembre. Oltre alla campagna membership che partirà da settembre, TdB propone anche quest'anno tre diverse formule di abbonamento una per l'Abeliano per la rassegna Actor; una per il Kismet e una per il teatro ragazzi con spettacoli a scelta tra “Famiglie a teatro” (Kismet) e “A teatro con mamma e papà” (Abeliano). 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quaranta spettacoli e una nuova produzione: il Consorzio 'Teatri di Bari' pronto per la nuova stagione

BariToday è in caricamento