Cultura

Il Teatro Abeliano "trova casa", la nuova stagione riparte da Japigia

Dopo due anni di "vagabondaggio" per i teatri cittadini, le attività della compagnia teatrale saranno ospitate stabilmente nel locale messo a disposizione da don Enrico D'Abbicco della parrocchia "Resurrezione" di Japigia

Il Teatro Abeliano ha finalmente una nuova casa. A due anni dallo sfratto dalla storica sede di largo Due Giugno, e dopo due stagioni trascorse "in giro" per auditorium e teatri cittadini, le attività del gruppo diretto da Vito Signorile avranno nuovamente una sede stabile. Ad ospitare le attività della compagnia sarà lo spazio di proprietà della parrocchia "Resurrezione" di via Padre Kolbe, nel quartiere Japigia.

Il locale fu acquistato tempo fa dal parroco con l'intenzione di farne un contenitore culturale a disposizione del quartiere. Così quando don Enrico D'Abbicco è venuto a sapere delle traversie economiche e logistiche della compagnia teatrale, ha pensato bene di proporre a Vito Signorile l'uso del locale in via Kolbe.

I nuovi spazi a disposizione del teatro saranno utilizzati a partire da febbraio, con “Actor” e le altre attività di produzione e laboratorio solitamente programmate dal gruppo. La prima parte della stagione, invece, si svolgerà tra novembre e gennaionell'auditorium Vallisa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Teatro Abeliano "trova casa", la nuova stagione riparte da Japigia

BariToday è in caricamento