rotate-mobile
Cultura

Sul palco grandi maestri e giovani talenti del teatro, ad ottobre parte la nuova stagione del Kismet

In cartellone 36 spettacoli che spaziano dai grandi classici greci alla moderna stand up comedy. Tornerà sul palcoscenico barese anche l'attore Antonio Rezza. Il programma degli eventi sarà curato da Teresa Ludovico. In calendario anche spettacoli per i più giovani nella sezione 'Famiglie a teatro'

Un'offerta artistica che comprende gli omaggi ai grandi maestri e l'innovazione dei nuovi talenti. La stagione 2022/23 del teatro Kismet di Bari, curata da Teresa Ludovico ed intitolata 'Sconfinamenti', proporrà 36 spettacoli sul palcoscenico dell'Opificio per le Arti. Il calendario degli eventi partirà il prossimo 22 ottobre e terminerà il 16 aprile 2023.

Il programma degli spettacoli è ricco e variegato: sul palco saliranno grandi interpreti, compagnie storiche, eccellenze della scena contemporanea,interpreti apprezzati anche sul grande schermo, oltre a debutti nazionali di quattro produzioni firmate Teatri di Bari. Le opere in scena approfondiranno l’indagine di temi sociali contemporanei, la riscrittura di commedie diventate capolavori intramontabili e la stand-up comedy.

La Stagione serale si apre ad ottobre con una produzione internazionale del Piccolo Teatro di Milano: 'Edificio 3 – Storia di un intento assurdo', scritto e diretto dall’argentino Claudio Tolcachir, tra i più affermati artisti della scena contemporanea. Fabrizio Arcuri e Filippo Nigro (premiato come Migliore attore al Festival di Berlino per il film ‘La finestra di fronte’) firmano 'Every Brilliant Thing', una traduzione dell’omonima opera del 2013 di Duncan Macmillan.

Marco Cacciola curerà il progetto e la regia de 'Le Rane', spettacolo nato ‘on the road’, che impegna nel debutto in Puglia attori professionisti e un coro di cittadini. Il 26 novembre ci sarà il ritorno della satira dissacrante di Giorgio Montanini, con il suo monologo di stand-up comedy 'Undiceximo'.

Il calendario eventi proseguirà con l'opera 'E la felicità, prof?', tratta dall’omonima opera di Giancarlo Visitilli pubblicata da Einaudi, che ne firma la regia con Riccardo Spagnulo, in scena Luigi D’elia. Omosessualità e passione calcistica sono i temi al centro di Pochos, spettacolo con la regia di Benedetto Sicca. Nel cast anche il popolare attore, Eduardo Scarpetta.

Andrà poi scena 'Profezia' (Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca), ispirato all’omonima poesia di Pier Paolo Pasolini, con la drammaturgia curata da Sandro Cappelletto. A dicembre il Kismet accoglie il debutto di una nuova produzione 'Teatri di Bari': 'Barabba', in cui Teresa Ludovico dirige Michele Schiano Di Cola in un inedito scritto nel 2010 da Antonio Tarantino. Altra produzione 'Teatri di Bari è 'Quanto Basta': atto unico che segna il debutto a teatro Alessandro Piva, dopo una carriera segnata dai successi nel mondo del cinema. Sul palco Paolo Sassanelli e Lucia Zotti.

Il 2022 si chiuderà con il debutto del nuovo spettacolo, del talentuoso Giuseppe Scoditti. Il 2023 si aprirà con la nuova produzione 'Qualcuno morirà', spettacolo ‘a puntate’, esito del progetto triennale Murder Theatre. Gennaio
vedrà anche il debutto della coproduzione 'Il Sogno di Shakespeare', un riadattamento del ‘Sogno di una notte di mezza estate’ di William Shakespeare. Febbraio si aprirà con la ripresa della riscrittura curata da Teresa Ludovico di un capolavoro di Molière, 'Il Malato Immaginario ovvero Le Molière imaginaire'.

Danilo Nigrelli e Irene Ivaldi, diretti da Marco Lorenzi, porteranno in scena l’adattamento teatrale di un testo che in Europa è ormai considerato un classico: 'Festen – Il gioco delle verità', trasposizione del film danese vincitore del Premio della Giuria al 51° Festival di Cannes. Beatrice Schiros tornerà in scena con un monologo di stand-up comedy, come sempre senza peli sulla lingua.

Il doppio, la costruzione di un'identità fittizia, sono i temi che Plauto ci consegna in una forma nuova nella commedia 'Anfitrione', riadattata dalla regista Teresa Ludovico. È invece ispirato alle ‘Troiane’ di Euripide, lo spettacolo 'Tutto Brucia'. In 'Stoc ddo’ – Io sto qua', Sara Bevilacqua porterà, sul palcoscenico del Kismet, il dramma dell’omicidio di Michele Fazio, 16enne vittima involontaria di un regolamento di conti tra clan mafiosi rivali.

Ad aprile, il regista Andrea Adriatico tornerà a confrontarsi con un testo teatrale di Yukio Mishima in 'Il mio amico Hitler'. Salirà di nuovo sul palcoscenico del Kismet la giornalista e scrittrice, Concita De Gregorio, accompagnata in scena dalla musica live di Erica Mou. Molto atteso il ritorno di Antonio Rezza e Flavia Mastrella, premiati con il Leone d’oro alla carriera per il Teatro nel 2018, che ancora una volta scelgono l’Opificio per le Arti per il debutto pugliese del loro nuovo spettacolo 'H?bris'. Chiuderà la stagione serale 2022/23 lo spettacolo 'Love me' della Compagnia Licia Lanera.

Il fitto calendario di spettacoli comprenderà anche opere dedicate ad un pubblico più giovane nel cartellone 'Famiglie a teatro'. Il programma partirà il 13 novembre prossimo con il con 'Il circo delle pulci del professor Bustric'.

I biglietti per gli spettacoli della Stagione 2022.23 ‘Sconfinamenti’ partono da 12,50 euro. Si potranno acquistare al botteghino del Teatro Kismet, in Strada San Giorgio martire 22F, ed online sul circuito Vivaticket.com. Previste anche diverse tipologie di abbonamento. Per maggiori informazioni sono attivi i numeri telefonici 3358052211 e 0805797667, e la email botteghino@teatrokismet.it.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sul palco grandi maestri e giovani talenti del teatro, ad ottobre parte la nuova stagione del Kismet

BariToday è in caricamento