“Lui, io, noi”, Dori Ghezzi e Francesca Serafini raccontano Fabrizio De André

Sarà dedicato a uno dei maggiori poeti della musica italiana, Fabrizio De André, il prossimo incontro delle rassegne “Anime Salve” al Teatro Kismet e “Stagioni diverse” al teatro Radar di Monopoli di Nicola Lagioia, presidente onorario di Teatri di Bari.

A ripercorrere la vita con aneddoti divertenti a volte folli, le amicizie, come quelle con Fernanda Pivano, De Gregori e Vasco Rossi, fino al rapimento dell’artista in Sardegna, saranno Dori Ghezzi e Francesca Serafini, autrici con Giordano Meacci di “Lui, io, noi” (Einaudi), un racconto intimo e commovente in cui il cantautore viene descritto dalla donna che gli è stata accanto dal 1947 fino alla sua morte.

Il primo incontro è giovedì 7 marzo alle ore 21 al teatro Kismet nell’ambito della rassegna “Anime Salve”, a cura di Lagioia. Venerdì 8 marzo, invece, l’appuntamento al Teatro Radar di Monopoli (ore 21). Quest’anno Nicola Lagioia organizza una rassegna con lo stesso format di successo anche al Teatro Radar inaugurato di recente a Monopoli e gestito da Teatri di Bari.  

DORI GHEZZI E FRANCESCA SERAFINI

“Lui, io, noi, come Fabrizio De André ha cambiato
la canzone italiana e tutti noi”

ANIME SALVE e STAGIONI DIVESE a cura di Nicola Lagioia il 7 MARZO – Teatro Kismet, Bari

8 MARZO – Teatro Radar, Monopoli

Ore 21 – ingresso 

INGRESSO 5 EURO
info 080.579.76.67
www.teatridibari.it

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • “Su…il sipario”, sei appuntamenti in diretta streaming dal Nuovo Teatro Abeliano

    • dal 1 al 6 marzo 2021
    • in diretta streaming

I più visti

  • Itinerario 'Bari sotto la città'

    • 28 febbraio 2021
    • Centro storico
  • Itinerario 'Bari e il mare'

    • 27 febbraio 2021
    • Lungomare
  • Itinerario 'Bari e il suo sottosuolo'

    • 28 febbraio 2021
    • Piazza Cattedrale, 28
  • Conversano: tra archi e torri

    • 28 febbraio 2021
    • Centro Storico
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BariToday è in caricamento