Eventi

"E la chiamano estate", il film girato in Puglia in concorso al Festival di Roma

La pellicola con Isabella Ferrari e Luca Argentero, finanziata dall'Apulia Fim Commission e girata tra Bari, Monopoli e Ostuni, sarà in concorso al festival del cinema in programma a Roma dal 7 al 19 novembre

Ci sarà anche un po' di Puglia sugli schermi del Festival del Cinema di Roma, in programma dal 9 al 17 novembre. E' stato infatti girato interamente tra Bari, Monopoli e Ostuni uno dei film in concorso, "E la chiamano estate" di Paolo Franchi, con gli attori Isabella Ferrari, Luca Argentero e Jean-Marc Barr.

Il film, prodotto dalla Pavarotti International Production con il contributo di Apulia Film Commission, racconta la storia della coppia formata da Dino e Anna, unita nel vincolo del matrimonio. La loro relazione è solamente platonica: i due non hanno mai avuto rapporti sessuali. Dino ha avuto un’infanzia difficile (è stato abbandonato dalla madre e il fratello si è suicidato) e accusa il suo passato per giustificare l’incompletezza del rapporto con la moglie. Di giorno si tormenta, di notte frequenta prostitute e locali per scambisti. Il desiderio di trasgredire diventa sempre più ossessivo fino a quando decide di contattare gli ex fidanzati di Anna per scoprire che tipo di rapporto avessero con lei. Ad un certo punto comincia a chiedere agli ex di avere rapporti sessuali con Anna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"E la chiamano estate", il film girato in Puglia in concorso al Festival di Roma

BariToday è in caricamento