La Commedia degli Equivoci dei Fatti d’Arte in scena al Teatro Traetta di Bitonto

Fatti d’Arte, compagnia pugliese attiva da più di dieci anni, dedica parte della sua ricerca teatrale e della sua attività formativa e performativa a William Shakespeare; riflettendo sulla contemporaneità del drammaturgo inglese porta in scena, al Teatro Traetta di Bitonto, venerdì 20, sabato 21 aprile alle ore 21.00 e domenica 22 aprile alle ore 18.00 La commedia degli equivoci diretta da Raffaele Romita. La trasposizione di una delle opere d’esordio del Bardo - scritta tra il 1589 e il 1594 -  si inserisce all’interno del progetto, promosso dalla stessa compagnia bitontina e l’Assessorato al Marketing territoriale - Turismo - Festival - Eventi - Governo partecipato - Polizia municipale del Comune di Bitonto giunta alla sua sesta edizione: www.shakespeare6, un’iniziativa che porterà nella cittadina del nord-barese spettacoli dal vivo e proiezioni, incontri letterari e incursioni urbane di visual art da lunedì 16 a domenica 22 aprile.

Il drammaturgo inglese “Non appartenne a un'epoca, ma a tutti i tempi" per usare le parole di Ben Jonson, dopo oltre quattro secoli dalla nascita, con la straordinaria energia creativa e la vastità della sua produzione, non cessa di stupirci per la complessità, la bellezza, la varietà e la modernità dei personaggi e delle trame.

La commedia degli equivoci dei Fatti d’Arte è una mise en scène, tra stile bizarre e minimalista, che prende spunto dalla tradizione teatrale italiana legata alla produzione goldoniana. Con i piedi piantati nella tradizione drammaturgica elisabettiana e lo sguardo rivolto alla contemporaneità La commedia degli equivoci unisce ricerca filologica all’estro minimalista del regista Raffaele Romita e del costumista Franco Colamorea: un’ideazione registica e scenografica originale di uno dei grandi classici del teatro mondiale.

SINOSSI

“La commedia degli equivoci”

La commedia si svolge sullo sfondo della feroce rivalità tra le due città di Siracusa ed Efeso. Si apre con l'arresto di Egeone, mercante di Siracusa. Egeone, a cospetto di Solino, il duca di Efeso, gli racconta la storia del suo naufragio di molti anni prima, in cui furono dispersi la moglie Emilia, il figlio Antifolo, e il servo Dromio. Sia il figlio che il servo hanno un identico fratello gemello, che porta lo stesso nome, e che si è salvato dal naufragio. Nell'anno del loro diciottesimo compleanno, Egeone diede loro il permesso di partire per Efeso, alla ricerca dei gemelli perduti. Ma dei secondi Antifolo e Dromio non si sa più nulla. Cinque anni dopo, Egeone è partito alla volta di Efeso alla loro ricerca, ed ecco spiegato il motivo del viaggio.

Solino si commuove al racconto del vecchio Egeone e rimanda la sentenza di morte fino a sera, termine entro il quale Egeone dovrà trovare la somma di denaro per riscattare la propria vita. In realtà i due gemelli dispersi vivono ora ad Efeso, mentre gli altri due giungono ora nella città. La commedia degli errori vera e propria comincia nel momento in cui Adriana, moglie di Antifolo di Efeso e i conoscenti di questo e di Dromio di Efeso confondono le loro identità con i gemelli siracusani. Adriana, aiutata dalla sorella Luciana, decide di far legare i primi sospettando che siano usciti di senno.

Com'è ovvio, la presenza dei doppi a Efeso farà credere che si siano slegati, innescando il loro inseguimento, finché anche gli altri due riusciranno a liberarsi e fuggire. La commedia si risolve nel luogo dove Egeone è condotto al patibolo, dove i fratelli si incontrano e chiariscono le proprie vicende. Anche Emilia, la moglie perduta di Egeone, si scopre viva e vegeta. Infine, la condanna di Egeone è condonata e la famiglia si può finalmente riunire. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • 'Hell in the cave', l’Inferno in scena nelle Grotte di Castellana

    • solo domani
    • 26 settembre 2020
    • Grave delle Grotte di Castellana
  • Arene culturali: Gianni Ciardo mattatore indiscusso di quattro piacevoli serate di fine settembre

    • dal 24 al 27 settembre 2020
    • giorni 24 e 25 settembre alle ore 19.00 presso Ortodomingo di Bari e a seguire nei giorni 26 e 27 settembre alle ore 21.00 presso Arena Airiciclotteri
  • 'I solisti', all'Abeliano di Bari la rassegna di performance e studio con attori pugliesi

    • dal 24 settembre al 12 dicembre 2020
    • Taetro Abeliano

I più visti

  • L'estate di Polignano a Mare è ricca: 21 eventi tra musica, mostre e spettacoli

    • dal 12 luglio al 27 settembre 2020
  • ''Summer lights 2020''», colori e giochi di luce sulla magica Alberobello

    • dal 14 luglio al 30 settembre 2020
    • Centro Storico, tutti i trulli della zona Monti, il Trullo Sovrano e il Belvedere
  • N.0 gallery - street art lab visiting

    • Gratis
    • dal 23 ottobre 2019 al 23 ottobre 2020
    • n.0 GALLERY
  • 'Life in color - la mostra d'arte della Contraccademia'

    • Gratis
    • dal 6 giugno al 30 settembre 2020
    • Chiesa di Santa Teresa dei Maschi, Bari Vecchia
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    BariToday è in caricamento