In tour da Bari all'Albania a bordo di motorini 'vintage': il 28 maggio parte il Giro dei tre mari

L'evento è stato presentato questa mattina a Palazzo di città dal sindaco Antonio Decaro. I 200 partecipanti - tra italini, inglesi, tedeschi e belgi - passeranno da Durazzo, Saranda, Butrinto, Tirana e Kruja prima di tornare in città

 Un tour su vespe, lambrette e scooter tra Bari e l'Albania. Sarà un ponte tra i due territori anche la 14esima edizione del 'Giro dei tre mari', la manifestazione organizzata dal Vespa club di Bari e rientra nel calendario nazionale dei grandi eventi della Federazione Motociclistica Italiana. Evento a cui il Comune ha dato il patrocinio, come ricordato dal sindaco di Bari, Antonio Decaro, presente questa mattina a Palazzo di città alla presentazione dell'evento. Ospiti anche l’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli, Artur Beu, ufficiale di collegamento del Consolato albanese a Bari, e il segretario della “Città dei Motori” Danilo Moriero, giornalista e storico appassionato del Giro dei Tre Mari.

Su due ruote da Bari all'Albania

La partenza dell'evento è prevista il 28 maggio. I 200 centauri - italiani, inglesi, tedeschi e belgi - percorreranno a bordo della loro Lambretta, Vespa o Scooter, le cinque tappe del Giro, che da Bari passerà da Durazzo, Saranda, Butrinto, Tirana e Kruja, per poi ritornare nel capoluogo pugliese domenica 3 giugno. Sono ammessi solo motorini con cambio meccanico al manubrio.

“Per l’amministrazione - ha sottolineato il sindaco Decaro - è motivo di orgoglio patrocinare il Giro dei Tre Mari, perché suggella la vicinanza e l’affetto che la comunità barese prova nei confronti dei dirimpettai albanesi che, lo ricordo ancora con emozione, nel 1991 videro allontanarsi dal porto di Durazzo una nave carica di 20 mila persone disperate che furono accolte proprio qui, a Bari. Adesso quel paese è totalmente diverso, è cresciuto, ha fatto passi da gigante. Torno proprio oggi da Durazzo dove ho incontrato il sindaco, anche lui ingegnere come me. Sono certo che questa iniziativa rafforzerà ulteriormente i legami culturali e sociali tra i due paesi, al fine di avvicinarsi all’obiettivo finale: l’inclusione dell’Albania nell’Unione europea”.

Artur Beu ha poi spiegato che “Il Giro è anche un ottimo strumento di promozione del territorio: l’Albania non è più quella dei viaggi della disperazione. Le nostre autorità daranno il benvenuto agli equipaggi, che potranno godere della bellezza delle nostre città e delle nostre spiagge: il gran finale, è previsto a Kruja, città dove si può ammirare il castello di Skanderbeg, il nostro eroe nazionale. Gli scambi culturali tra Puglia e Albania sono notevoli. Abbiamo avuto il piacere di ospitare il sindaco in questi giorni, e ringrazio Bari e la Puglia per tutto quello che hanno fatto e stanno facendo per il mio Paese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento