I Guerrieri di Terracotta del Grande Imperatore cinese QIN in mostra all'Officina degli Esordi di Bari

Prosegue sino al 15 gennaio 2018 la mostra I Guerrieri di Terracotta del Grande Imperatore QIN  allestita negli spazi dell’Officina degli Esordi di Bari (www.teatropubblicopugliese.it/guerrieriqin). La mostra, inizialmente programmata sino al 6 gennaio 2018 e curata dall’architetto Cristina Martina, offre ai visitatori la possibilità di ammirare 16 fedeli copie delle 8000 statue in terracotta raffiguranti i guerrieri dell’esercito imperiale dell’Imperatore Qin Shi Huangdi. I Guerrieri di terracotta, realizzati con impressionate realismo – le statue infatti riportano eventuali mutilazioni, ferite e deformazioni dei guerrieri – hanno l’aria triste, mesta, nobile e dignitosa.  Ogni guerriero è diverso dall’altro: variano acconciature,  uniformi e corazze a sottolineare che la guardia imperiale era composta dai  migliori combattenti provenienti da eserciti di tutta la Cina. Le statue, del peso di circa 200kg,  tra 1,75 e 1,95 cm di altezza, sono state realizzate con la stessa tecnica degli originali che consisteva nel compattare cerchi di argilla in modo da creare un tubo (il torace) completato con l’aggiunta di gambe e braccia. La struttura veniva poi ricoperta da blocchetti di argilla per creare l’armatura e infine veniva aggiunta la testa. L’esercito è composto da guerrieri armati di lance e spade, arcieri, fanti, alabardieri e da numerose figure a servizio dei combattenti (servitori, mandarini, musicisti e concubine) e da 100 carri trainati da cavalli con relativi cocchieri, e infine dagli oggetti e utensili di vita quotidiana. Le armi, costruite in ferro e legno, sono andate nella quasi totalità erose e deteriorate dal tempo. Officina degli Esordi ha deciso di arricchire l’esperienza dei visitatori con Playable museum: L’ESERCITO IMMORTALE a cura di Tou.Play, esperienza immersiva per un target giovane (10 / 16 anni) e per famiglie. L’attività ha una durata di 2h e 30’. Le squadre in gioco si sfidano all’interno di un percorso alla ricerca di indizi e prove utili a risolvere il mistero legato all’ Esercito di Terracotta messo in mostra presso Officina degli Esordi . Ogni squadra, composta da un minimo di 2 ad un massimo di 5 partecipanti, dovrà cercare 8 scrigni, all’interno dei quali verranno nascosti altrettanti QR Code, codici a barre che, una volta scansionati da un qualsiasi smartphone, mostrano indizi e prove legati all’esperienza di gioco. Per ogni scrigno, la squadra sarà in grado di recuperare un frammento di Verità sul significato dell’Esercito Immortale, sul perché della sua costruzione e sulla misteriosa storia del Sacco di Xiang Yu, uno dei leader della rivolta che rovesciò la dinastia Qin e che distrusse una gran parte dell’esercito di Terracotta. Informazioni e prenotazioni: 346 0811523

Dopo il successo registrato nei mesi scorsi dall’esposizione allestita all’Archivio di Stato, la mostra I Guerrieri di Terracotta del Grande Imperatore QIN prosegue da venerdì 1 dicembre 2017 a sabato 6 gennaio 2018 negli spazi dell’Officina degli Esordi di Bari (www.teatropubblicopugliese.it/guerrieriqin). La mostra, curata dall’architetto Cristina Martina, offre ai visitatori la possibilità di ammirare 16 fedeli copie delle 8000 statue in terracotta raffiguranti i guerrieri dell’esercito imperiale dell’Imperatore Qin Shi Huangdi, che diede avvio alla costruzione della Muraglia cinese. 

I Guerrieri di terracotta, realizzati con impressionate realismo – le statue infatti riportano eventuali mutilazioni, ferite e deformazioni dei guerrieri – hanno l’aria triste, mesta, nobile e dignitosa.  Ogni guerriero è diverso dall’altro: variano acconciature,  uniformi e corazze a sottolineare che la guardia imperiale era composta dai  migliori combattenti provenienti da eserciti di tutta la Cina. Le statue, del peso di circa 200kg,  tra 1,75 e 1,95 cm di altezza, sono state realizzate con la stessa tecnica degli originali che consisteva nel compattare cerchi di argilla in modo da creare un tubo (il torace) completato con l’aggiunta di gambe e braccia. La struttura veniva poi ricoperta da blocchetti di argilla per creare l’armatura e infine veniva aggiunta la testa. L’esercito è composto da guerrieri armati di lance e spade, arcieri, fanti, alabardieri e da numerose figure a servizio dei combattenti (servitori, mandarini, musicisti e concubine) e da 100 carri trainati da cavalli con relativi cocchieri, e infine dagli oggetti e utensili di vita quotidiana. Le armi, costruite in ferro e legno, sono andate nella quasi totalità erose e deteriorate dal tempo. Qin Shi Huang nacque nel 259 a.C. a tredici anni salì al trono assistito dalla madre e dal primo ministro sino all’età di 22 anni quando iniziò ad esercitare direttamente il suo potere da imperatore. Fu il primo imperatore della società feudale cinese e fu fondamentale nello sviluppo della società, dell’economia e della cultura dell’impero. Nel 221 a.C. unificò buona parte della Cina decidendo di delineare il nuovo grande regno con l’unione delle mura difensive che separavano i vecchi piccoli regni, opera che ha dato origine allaMuraglia Cinese.

I Guerrieri di Terracotta del Grande Imperatore QIN è promossa da Regione Puglia nell’ambito del Fondo speciale cultura e patrimonio culturale - art. 15 comma 3 della L.R. n. 40/2016 e realizzata dal TPP. La mostra sarà esposta all’Officina degli Esordi (via Crispi 5, Bari) da venerdì 1 dicembre a sabato 6 gennaio 2018 dal lunedì al venerdì ore 9.30/13.30 e ore 15.30/19.30 e il sabato ore 10.00/14.00 e ore 15.00/19.00. Biglietto euro 4,00 previste riduzioni per gruppi.

Informazioni  www.teatropubblicopugliese.it/guerrieriqin e 080.594.73.00

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Dal pop al contemporaneo: Lodola Marco, Mascoli Vincenzo e Cannistrà Leonardo

    • dal 19 dicembre 2020 al 30 giugno 2021
    • cantine pop
  • Mostra personale di Renato Guttuso

    • Gratis
    • dal 3 al 13 maggio 2021
    • CONTEMPORANEA GALLERIA D'ARTE
  • A Spazio Microba la mostra 'Continuum' di Anna Dormio

    • Gratis
    • dal 14 maggio al 19 giugno 2021
    • MICROBA

I più visti

  • Festa di San Nicola 2021: il programma delle celebrazioni, tra accessi contingentati in Basilica e dirette tv

    • fino a domani
    • dal 5 al 9 maggio 2021
  • Itinerario 'Bari e il mare'

    • solo domani
    • 9 maggio 2021
    • Lungomare
  • Visita guidata 'Bari parigina'

    • solo oggi
    • 8 maggio 2021
    • Quartiere Murattiano
  • Dal pop al contemporaneo: Lodola Marco, Mascoli Vincenzo e Cannistrà Leonardo

    • dal 19 dicembre 2020 al 30 giugno 2021
    • cantine pop
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BariToday è in caricamento