Homo f.o.m.o., la mostra di Mariantonietta Bagliato, organizzata con l’Associazione culturale Achrome

Dopo la pausa estiva riprende l’attività espositiva dello Spazio MICROBA, con l’inaugurazione sabato 21 settembre 2019, alle ore 19,00, della mostra personale di Mariantonietta Bagliato, Homo F.O.M.O., a cura di Nicola Zito.
Il progetto dell’artista barese, che si svilupperà attraverso un intervento installativo nell’ambiente di MICROBA, fortemente caratterizzato a livello architettonico, porta avanti una riflessione profonda sugli aspetti più controversi del mondo dei social network, dando una propria interpretazione visiva e plastica di quelle dinamiche, in qualche modo “distorte”, che sono insite in questo specifico settore dell’universo virtuale.
La mostra di Mariantonietta Bagliato, organizzata con l’Associazione culturale Achrome, con cui MICROBA rinnova la proficua collaborazione, sarà aperta e visitabile fino al prossimo 19 ottobre 2019, dal martedì al sabato dalle ore 17,00 alle ore 20,00.

MICROBA si pone lontano dal canonico concetto di galleria d’arte e, anche in questo nuovo ciclo di eventi, rinnova la propria aspirazione di spazio laboratoriale e sperimentale. Attraverso le opere e le esperienze di artisti giovani ma già di respiro nazionale e internazionale, il centro barese persegue la propria missione nel territorio e intende introdurre stimoli di riflessione nel contesto culturale circostante.

L’Associazione culturale Achrome è un collettivo che opera nel campo dell'Arte Contemporanea, muovendosi tra molteplici ambiti, dalla didattica alla ricerca, dall'organizzazione di eventi espositivi alla formazione professionale. Intessendo rapporti con il territorio, Achrome si propone di favorire un rinnovato e più proficuo dialogo tra la città – e i suoi abitanti – e le dinamiche dell'Arte Contemporanea.

Mariantonietta Bagliato (Bari, 1985) vive tra il capoluogo pugliese e Praga. La sua ricerca artistica è influenzata da un immaginario che trae le sue origini dal teatro di figura, un lavoro caratterizzato da un uso sistematico di tessuti utilizzati come codici visivi, trasformati e modellati in sculture, installazioni e disegni cuciti. Ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Bari; attualmente è docente di Discipline grafiche e pittoriche e collabora come esperto esterno a contratto con l'Accademia di Belle Arti di Roma. Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive, nazionali e internazionali. Le più recenti sono Temporarily Suspended – Like a Little Disaster, Foothold, Polignano a Mare, 2018 – ShowCase: Mare Morbido, Fondazione Pino Pascali, Polignano a Mare, 2017 – Il futuro era bellissimo per noi, 63rd-77th STEPS, Cité Internationale des Arts, Parigi, 2016. Alcuni riconoscimenti: Premio Federculture 2012, Tempio Adriano, Roma - Premio Arte in Laguna 2011, Palazzo Romeno di Cultura, Venezia – Premio Nazionale delle Arti 2010, Ministero dell’Università e della Ricerca, Napoli - Premio Pinacoteca Agnelli 2009, Artissima, Torino.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Dal pop al contemporaneo: Lodola Marco, Mascoli Vincenzo e Cannistrà Leonardo

    • dal 19 dicembre 2020 al 30 giugno 2021
    • cantine pop

I più visti

  • I Modà in concerto al Palaflorio

    • dal 13 al 14 marzo 2021
    • Palaflorio
  • Visita guidata a Molfetta: la città fatta di miele

    • solo oggi
    • 6 marzo 2021
    • Centro storico
  • Dal pop al contemporaneo: Lodola Marco, Mascoli Vincenzo e Cannistrà Leonardo

    • dal 19 dicembre 2020 al 30 giugno 2021
    • cantine pop
  • Itinerario 'Bari e il suo sottosuolo'

    • solo domani
    • 7 marzo 2021
    • Piazza Cattedrale, 28
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BariToday è in caricamento