Inedite resistenze - schermo schierato, il cineforum di Bread&roses



"Gael Garcia Bernal, messicano, anzi panamericano, è un'icona. Quando un'icona incontra un genio, il risultato è un capolavoro. 
Nel capolavoro in questione, Gael è un pubblicitario medio, incaricato di progettare la campagna per votare No al referendum sulla legittimazione democratica della dittatura di Pinochet (era il 1988). 
No è un film intrinsecamente rivoluzionario: nel tema trattato, nella tecnica impiegata (sono state utilizzate telecamere obsolete e a bassa risoluzione, in voga nei famigerati – appunto – anni 80, quanto di più lontano si possa immaginare da quelle HD che tutti usano oggi), nei dubbi e nelle inquietudini nascoste sotto l’euforia di un trionfo tanto inatteso quanto, forse, effimero. 
Il genio risponde al nome di Pablo Larraín, che oltre ad aver firmato la serie tv migliore di tutti i tempi (Profugos, da noi praticamente sconosciuta), è anche il responsabile di una trilogia fondamentale sul Cile di Pinochet: Tony Manero, Post Mortem, No. L'ultimo è insolitamente ricco di elementi riconducibili alla pura commedia, ma contiene una valanga di spunti e riflessioni sulla politica odierna, sui modi di farla, la politica, sul cinema, sul rapporto tra arte e mercato. E, ovviamente, tra uomini e capitalismo" (Recensione a cura di Dikotomiko) Giovedì 22 marzo | Ore 20.30
No! - I giorni dell'arcobaleno (2012), Pablo Larraín
trailer https://youtu.be/rcbSuhXyj6k

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

I più visti

  • I Modà in concerto al Palaflorio

    • dal 13 al 14 marzo 2021
    • Palaflorio
  • Dal pop al contemporaneo: Lodola Marco, Mascoli Vincenzo e Cannistrà Leonardo

    • dal 19 dicembre 2020 al 30 giugno 2021
    • cantine pop
  • Visita guidata a Molfetta: la città fatta di miele

    • 6 marzo 2021
    • Centro storico
  • Itinerario 'Bari e il suo sottosuolo'

    • 7 marzo 2021
    • Piazza Cattedrale, 28
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BariToday è in caricamento