La morte Befanì

LA MORTE BEFANI’

Libera rielaborazione musicale dell’antica leggenda popolare barese

       Un cantastorie narrerà l’antica leggenda popolare barese de “La Morte Befanì”: un Turco, a capo del suo esercito, protagonista di una delle diverse invasioni della Città di Bari, per accattivarsi successivamente le simpatie degli abitanti, volle sfidare quella che da sempre era per loro il terrore nella notte tra il 5 e il 6 gennaio. Vano fu il suo tentativo, ma è restato caro alla memoria dei baresi, come testimonia una testa in pietra che ancor oggi sovrasta l’architrave di un portone in via della Quercia al numero 36 nel borgo antico di Bari.

     All’interno della narrazione sono inseriti musiche e canti popolari dal Meridione d’Italia, per cui lo spettacolo si configura complessivamente come un viaggio virtuale attraverso le diverse tipologie, attinenti anche al Natale, per generi (pastorale), forme (ninna nanna al Bambinello), contenuti (canto natalizio) e di variegata provenienza geografica, eseguiti con l’accompagnamento di strumenti musicali artigianali tradizionalI (zampogna, ciaramella), intervallati con fantasiosi aneddoti, proverbi e “modi di dire”.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • I Modà in concerto al Palaflorio

    • dal 13 al 14 marzo 2021
    • Palaflorio
  • Il Demodè ospita gli Après la Classe e i Sud Sound System per l'iniziativa Ultimo concerto

    • 27 febbraio 2021
    • online
  • Gino Paoli in concerto al Teatro Petruzzelli

    • 10 marzo 2021
    • Teatro Petruzzelli

I più visti

  • Itinerario 'Bari sotto la città'

    • 28 febbraio 2021
    • Centro storico
  • Itinerario 'Bari e il mare'

    • 27 febbraio 2021
    • Lungomare
  • Itinerario 'Bari e il suo sottosuolo'

    • 28 febbraio 2021
    • Piazza Cattedrale, 28
  • Conversano: tra archi e torri

    • 28 febbraio 2021
    • Centro Storico
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BariToday è in caricamento