Al Museo Civico di Bari l'incontro ‘Leo Matiz e Frida Kahlo tra filosofia e fotografia’

Con il sostegno della rivista internazionale di filosofia LOGOI.ph e in collaborazione con il Museo Civico di Bari , avrà luogo il 30 Gennaio 2018 alle ore 18.00 presso il Museo il seminario ‘Leo Matiz e Frida Kahlo tra filosofia e fotografia’. L’incontro vedrà protagonisti Silvana Catucci, Luca Romano e il fotografo Nicola Amato. Introduce e modera Annalisa Caputo.

L’evento inizierà alle ore 18.00 con un percorso guidato all’interno di “Frida Kahlo e Macondo nelle fotografie di Leo Matiz”, mostra prorogata al Museo Civico di Bari fino a domenica 18 febbraio.

Alle 19.00 si entrerà nel vivo del seminario, in un dialogo tra gli esperti che vuole approfondire il legame tra Frida e l’amico Leo Matiz, analizzando le immagini da un punto di vista filosofico e fotografico.

Gli ospiti e gli interventi

- Silvana Catucci (Dott. in medicina e chirurgia e Dott. in Scienze filosofiche, contributor presso Logoi.ph) in “ Autoritratto terapeutico. L’esempio di Frida Kahlo”

- Luca Romano (Dott. in Scienze Filosofiche, critico presso Huffpost Italia, redattore presso Logoi.ph) in “Il corpo di Frida in Leo Matiz”

- Nicola Amato (Fotografo ed artista, creatore dell’Archivio fotografico Fotogramma) in “L’evoluzione della fotografia nella storia contemporanea. Il passaggio dall’analogico al digitale”.

L’evento sarà introdotto e moderato da Annalisa Caputo (Professoressa in Linguaggi della filosofia – Didattica della filosofia presso l’università degli studi di Bari ‘Aldo Moro’).

L'ingresso al Museo Civico per l’evento avrà il costo di 5,00 €, che comprenderà la visita guidata alla mostra e la partecipazione al seminario.

Per partecipare all’evento è necessaria la prenotazione inviando una mail a info@museocivicobari.it .

Per maggiori informazioni è possibile contattare il Museo Civico al numero 080 5772362.

LA MOSTRA: approfondimento
Frida Kalho nella Casa Azul

Sono in mostra per gentile concessione della Fundacìon Leo Matiz, oltre 50 ritratti fotografici originali, che Matiz fece alla sua grande amica Frida Kalho ​nella Casa Azul di Coyoácan, antico quartiere di Città del Messico​, agli inizi degli anni Quaranta del Novecento e le foto scattate nel 1997 nella stessa casa- santuario. Matiz ritrae una donna dalla vita intensa, ricca di passioni, quasi una creazione di García Márquez, una rara combinazione di reale e straordinario. Dall’incontro dei due nasce un proficuo rapporto artistico e d’amicizia che dà vita a un percorso estetico ed evocativo, concretizzato in una serie di fotografie che ritraggono la pittrice nella sua vita quotidiana, nella sua casa natale, nel suo quartiere.
Macondo tra mito e realtà
Oltre 60 sono invece le fotografie dedicate a Macondo mito e realtà, uno spaccato straordinario della Colombia del secolo scorso e di Aracataca​, città natale di Leo Matiz, la stessa di Gabriel García Márquez che ispirò la mitica Macondo dei suoi Cent’anni di solitudine.
La sezione, a cura di Antonio Massarelli, è allestita sul terrazzo del Museo Civico, uno spazio rinnovato e fruibile che si inserisce tra i tetti più belli della città vecchia, mostrandosi al pubblico per la prima volta.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • LegalItria, incontro sulla giustizia riparativa e il ricordo di Peppino Impastato

    • dal 7 al 9 maggio 2021
    • online
  • 'Oltre l'immagine', percorso di conoscenza, dialogo e scambio culturale tra differenti etnie

    • 21 maggio 2021
    • Pluriuso

I più visti

  • Festa di San Nicola 2021: il programma delle celebrazioni, tra accessi contingentati in Basilica e dirette tv

    • fino a domani
    • dal 5 al 9 maggio 2021
  • Itinerario 'Bari e il mare'

    • solo domani
    • 9 maggio 2021
    • Lungomare
  • Visita guidata 'Bari parigina'

    • solo oggi
    • 8 maggio 2021
    • Quartiere Murattiano
  • Dal pop al contemporaneo: Lodola Marco, Mascoli Vincenzo e Cannistrà Leonardo

    • dal 19 dicembre 2020 al 30 giugno 2021
    • cantine pop
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BariToday è in caricamento