A Palazzo Pesce di Mola di Bari la mostra concorso "Guerra e Pace. Nel dipinto il film"

L’avventura continua… L’associazione molese “L’Atelier delle Arti”, che ha sede e opera nello storico Palazzo Pesce di Mola di Bari, dà vita ad un nuovo progetto, articolato in due mostre-concorso: “Guerra e Pace. Nel dipinto il film”. Idea, questa, frutto della voglia di continuare a sperimentare fondendo l’arte cinematografica e quella visiva come è accaduto per il precedente modulo,“Surrealtà e realtà. Nel dipinto il film”.

Le prime due mostre, realizzate nel corso del 2017, hanno avuto un grandissimo successo: il livello delle opere presentate è stato notevole e il pubblico, che ha frequentato la mostra, ha espresso apprezzamenti lusinghieri. Numerosi organi di informazione regionale hanno inoltre segnalato e commentato l’evento, ritenendolo uno dei migliori in programma. Tutto ciò ha spinto “L’Atelier delle Arti” a cimentarsi in una nuova sfida-progetto: anche questa volta, una struttura modulare suddivisa in due momenti dedicati, rispettivamente, al primo tema quello della guerra, e al secondo, quello dedicato alla pace.

La tappa iniziale, la cui mostra collettiva avrà luogo a maggio 2018, promuove un dialogo fra le arti che abbia come obiettivo quello di narrare simbolicamente e metaforicamente la tragicità della guerra. Ma la conflittualità, si sa, non è solo bellica: può essere anche psicologica e spirituale. Per il secondo modulo, invece, l’argomento sarà naturalmente più mite e sereno: la Pace. La collettiva della seconda tappa, che porterà a conclusione l’intero progetto, sarà posta in essere durante il mese di dicembre 2018. Chiunque fosse interessato a partecipare dovrà tradurre l’immagine cinematografica in un dipinto o una qualsiasi altra forma di arte visiva, non ci sono limiti. Agli artisti la scelta! Quest’anno ci saranno delle importanti novità: la presenza di una giuria qualificata, che sceglierà il vincitore; quest’ultimo avrà la possibilità di esporre le proprie opere in una mostra personale, presso Palazzo Pesce, e riceverà inoltre una targa in ceramica realizzata dalla designer molese Maria Elena Savini.

Informazioni utili:

Scadenza per la presentazione della richiesta di partecipazione: 30 aprile 2018

3931340912 – palazzopesce@yahoo.it

La giuria sarà composta da:

Rosalba Branà, direttrice Fondazione Museo Pino Pascali di Polignano a Mare
Mariantonietta Buonamico, presidente Associazione “Pazzi d’Arte 2” di Bari
Ido Maggi, già docente di Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Bari
Geppo Pesce, docente di Arte presso il Liceo Scientifico E. Majorana di Mola di Bari
Gabriella Pinto, docente di Restauro presso l’Accademia di Belle Arti di Mola di Bari

La mostra delle opere finaliste e l’aggiudicazione del premio si svolgeranno a Mola di Bari presso Palazzo Pesce – L’Atelier delle Arti in via Van Westerhout 24dal 19 al 25 maggio 2018.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Mostra virtuale 'Hommage à Sburracchioni'

    • Gratis
    • dal 25 aprile al 31 dicembre 2020
  • Leonardo Basile a Bari con la mostra "Velature d’autunno (l'altro)"

    • Gratis
    • dal 10 al 30 novembre 2020
    • Vetrina Centro d'arte

I più visti

  • ''Lezioni di Storia, Le opere dell’uomo'', al Petruzzelli di Bari tornano gli appuntamenti con la cultura e i viaggi a ritroso nella storia

    • dal 18 ottobre al 13 dicembre 2020
    • Teatro Petruzzelli
  • Mostra virtuale 'Hommage à Sburracchioni'

    • Gratis
    • dal 25 aprile al 31 dicembre 2020
  • Brunori Sas in concerto al Palaflorio di Bari

    • 5 dicembre 2020
    • Palaflorio
  • VIII edizione ''Alla scoperta di Noja''

    • Gratis
    • dal 5 ottobre al 29 novembre 2020
    • Lama Giotta
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BariToday è in caricamento