Mostra personale Renato Sciolan Puglia "madre terra"

Sabato 28 luglio alle ore 19,30, con il patrocinio del Comune di Giovinazzo - Bari, si inaugura la mostra personale dell’Artista Renato Sciolan dal titolo:
Puglia “madre terra”
Nei suggestivi spazi quale la Sala Espositiva “San Felice” – Piazza San Felice a Giovinazzo, il giorno 28 luglio alle ore 19,30 si inaugura con il patrocinio del Comune di Giovinazzo - Bari la mostra inserita nel programma estivo dell’Estate Giovinazzese dell’Artista Renato SCIOLAN
Interverranno:
Dott.ssa Mariagiada Angiolelli, (Psicologa) sul tema “L’arte arriva dove non può la parola”
Autorità invitate
L’Artista Renato Sciolan

PUGLIA – “Madre Terra”
Un viaggio itinerante intriso di memorie ed emozioni della Regione Puglia
Cultura, tradizione, storia, identità paesaggistica sono queste le parole chiave per spiegare e reinterpretare le opere di Renato Sciolan, in questa mostra intitolata “Puglia “Madre Terra”.
Che la Puglia sia una regione splendida è sotto gli occhi di tutti, ed è cosa accertata ed indiscussa, un patrimonio artistico ineguagliabile, paesaggi storici, bellezze naturalistiche clima temperato su questi temi l’Artista Renato Sciolan si sofferma a presentarci una terra ricca di cultura e tradizioni in un percorso introspettivo, affinchè queste caratteristiche possano rendere meglio l'appellativo di "Madre Terra".
Sciolan non ha la presunzione di avere una conoscenza del sapere umanistico di ciò che di vitale si muove dentro la nostra cultura, in Sciolan si insinua il pensiero che in un futuro altre generazioni potrebbero mutare il disegno dei campi, il profilo dei borghi, il corso delle strade, tutti elementi visti in sé e che potrebbero essere sostituiti “eppure” lo spettacolo c'è ancora: uno spettacolo pertinente ai nuovi modi di costruire il territorio, di vederlo nel suo funzionamento, sono queste le parole chiave per spiegare e reinterpretare le opere di Renato Sciolan, in questa mostra intitolata Puglia “ Madre Terra”.
Il risultato pittorico di Renato Sciolan è il frutto di una lunga esperienza artistica, ma il merito maggiore spetta alla sua particolare misura naturalistica, per mezzo della quale riesce a penetrare con felice intuizione nel segreto della sua terra e a trasmettere con efficacia figurativa l’essenza più vera del paesaggio del Sud Italia, nella sua sovrana serenità solare, una poesia ancestrale fatta di gesti e rituali che, come radici profonde, solcano la storia degli uomini.
Sensibilità, atmosfera, solarità: questi i mezzi di cui si giova per dare alle sue opere un valore di apparizione, di scoperta, di sensibilità “plein-air” sentito con il vero slancio creativo e significativo, in un abbandono romantico che è tenerezza e poesia.

Mostra: Puglia “madre terra”
Artista Renato Sciolan
Location: Sala Espositiva “San Felice” Piazza San Felice - Giovinazzo (Bari)
dal 28 luglio al 3 agosto 2018
Orario visite:
dalle ore 18,00 alle ore 22,00
Ingresso libero
Fino al 3 agosto 2018
Sito web: sciolanrenato.it
Per informazioni cell. 3334674441

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Dal pop al contemporaneo: Lodola Marco, Mascoli Vincenzo e Cannistrà Leonardo

    • dal 19 dicembre 2020 al 30 giugno 2021
    • cantine pop
  • Mostra personale di Renato Guttuso

    • Gratis
    • dal 3 al 13 maggio 2021
    • CONTEMPORANEA GALLERIA D'ARTE
  • A Spazio Microba la mostra 'Continuum' di Anna Dormio

    • Gratis
    • dal 14 maggio al 19 giugno 2021
    • MICROBA

I più visti

  • Festa di San Nicola 2021: il programma delle celebrazioni, tra accessi contingentati in Basilica e dirette tv

    • dal 5 al 9 maggio 2021
  • Itinerario 'Bari e il mare'

    • 9 maggio 2021
    • Lungomare
  • Visita guidata 'Bari parigina'

    • 8 maggio 2021
    • Quartiere Murattiano
  • Dal pop al contemporaneo: Lodola Marco, Mascoli Vincenzo e Cannistrà Leonardo

    • dal 19 dicembre 2020 al 30 giugno 2021
    • cantine pop
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BariToday è in caricamento