Al via a Bari ‘Munbam, la mostra di San Nicola dei bambini e delle bambine’ ideata dalla Fondazione Myrabilia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

– Che lo si chiami Babbo Natale o Santa Claus, la storia del vecchietto con la barba vestito di rosso è legata alla tradizione di San Nicola di Bari, il vescovo di Myra, divenuto poi santo patrono di Paesi come la Russia, la Grecia e di città come Amsterdam. Alla sua figura è dedicata ‘MUNBAM, Mostra di San Nicola dei bambini e delle bambine’, che apre al pubblico oggi in alcune sale del Castello Svevo di Bari; la mostra è ideata dalla Fondazione Myrabilia, no profit impegnata nella promozione della conoscenza della figura del Santo legata al mondo dell'infanzia e all'identità della città. MUNBAM, inaugurata alla presenza di istituzioni e organizzazioni che hanno patrocinato il progetto, è stata realizzata in collaborazione con il MIBAC – Polo Museale della Puglia e con il contributo dell’Unione Europea – Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014/2020, dell’Assessorato all'Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia e della C.C.I.A.A. di Bari. Alla cerimonia inaugurale hanno partecipato, tra gli altri, il presidente della Fondazione Myrabilia Gerardo Draetta, la direttrice del Polo Museale della Puglia Mariastella Margozzi, il dirigente del dipartimento Turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio della Regione Puglia Aldo Patruno e il presidente della C.C.I.A.A. di Bari Alessandro Ambrosi. Dedicata principalmente a bambini, famiglie e turisti di ogni età e aperta al pubblico fino al 2020, MUNBAM raccoglie numerosi materiali documentari legati al rapporto tra la figura di San Nicola e il mondo dell’infanzia e provenienti dalle collezioni private dello storico barese Nino Lavermicocca, del reverendo inglese James Rosenthal, dello svizzero Hans Peter Rust, del belga Marcel Janssens e dell’olandese Marcus Vankan. Libri, dischi, immagini, cartoline, oggetti d’arte, di artigianato e d’uso quotidiano, curiosità, dolci, bevande e giocattoli sono presentati in un itinerario espositivo originale e interattivo che ha come obiettivo quello di incuriosire e meravigliare i visitatori di ogni età. Il percorso espositivo, coordinato da Gerardo Draetta e Andrea Mori, progettato dall'architetto Antonella Mari, curato da Marilena Di Tursi, con la consulenza testuale di Rossella Mauro e il supporto digitale di Leandro Summo, è articolato in cinque sale tematiche, ciascuna con una precisa traccia narrativa/interattiva: ‘TI ASCOLTO’ raccoglie libri di ogni genere e lingue diverse, per conoscere storia e leggende che ruotano attorno alla figura del Santo; ‘TI MANGIO’ è lo spazio dedicato alle tante specialità tradizionali che si preparano durante le feste dedicate a San Nicola; ‘TI GIOCO’ raccoglie burattini, giochi gonfiabili, puzzle, gadget per ricordare la figura del Santo che dona i giocattoli ai bambini; ‘TI SCRIVO’ custodisce le migliaia di letterine che i bambini di tutto il mondo scrivono ogni anno a San Nicola/Babbo Natale per esprimere i loro desideri; lo spazio ‘TI-REINVENTO’ è, infine, un vero e proprio laboratorio, organizzato per vivere esperienze creative e re-immaginare con la fantasia San Nicola. Ai bambini sarà distribuito all’ingresso uno speciale passaporto che li accompagnerà nel viaggio alla scoperta del mondo di San Nicola e che dovranno convalidare in ciascuna delle stanze con un apposito timbro. Ad accogliere e accompagnare i visitatori lungo la mostra tre giovani operatori culturali competenti nell’ambito dell'animazione dei beni culturali e artistici selezionati attraverso Porta Futuro, il Job Center di Bari. La mostra rappresenta un itinerario permanente; pur godendo di un sostegno economico di enti pubblici, al fine di sviluppare il percorso narrativo, per renderlo sempre più interattivo, è stata avviata una raccolta fondi. Chiunque può offrire un contributo libero su www.indiegogo.com, una delle più famose piattaforme di crowdfunding a livello internazionale. La mostra del MUNBAM è aperta tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30, ad eccezione del martedì, giornata di chiusura settimanale del Castello Svevo. MUNBAM è stato realizzato con il patrocinio e in collaborazione con: Comune di Bari, Assessorato alle Culture, Turismo, Partecipazione, Attuazione del Programma del Comune di Bari, Garante dei Diritti del Minore del Consiglio Regionale della Puglia, Basilica Pontificia di San Nicola, St. Nicholas Society di Londra, Corpo Consolare di Puglia, Basilicata e Molise, Federalberghi Bari – Bat, Associazione Famiglia Dovuta, Associazione Tou.Play e Fondazione Nikolaos. La Fondazione di Partecipazione Myrabilia è stata costituita a Bari, il 1° agosto 2014, da tre imprese (non profit e profit) attive da molti anni sul territorio barese: il Consorzio Meridia, la Cooperativa Sociale Progetto Città e Eventialevante Srl, a cui si è aggiunta, nel 2016, la Cooperativa Sociale “I Bambini di Truffaut”. Tra le iniziative che, annualmente, la Fondazione Myrabilia propone, la “Lettera da San Nicola per i Diritti dei Bambini e alle Bambine” e la veglia “Aspettando San Nicola” sono ormai consuetudini della tradizione barese legata alla figura del Santo di Myra.

Torna su
BariToday è in caricamento