Natale a Bari con Amgas: secondo appuntamento con intrattenimento e solidarietà

  • Dove
    Piazza del Ferrarese
  • Quando
    Dal 23/12/2016 al 23/12/2016
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Sotto la cornice del grande albero di Natale in piazza del Ferrarese Amgas ha dato il via a una serie di quattro appuntamenti per la raccolta di donazioni in favore dell'emergenza Terremoto in Centro Italia, in collaborazione con AIOS Protezione Civile. Amgas ha inaugurato la raccolta fondi staccando un assegno simbolico, firmato dalla Presidente dott.ssa Rosalba Cirillo: «è specialmente nei momenti di difficoltà che l'Italia si stringe in un'unica grande famiglia, la collettività è sempre sensibile in situazioni di emergenza e sappiamo che la comunità barese non farà mancare il suo apporto. Vogliamo che questa iniziativa sia il nostro augurio alle popolazioni colpite dal terremoto per un nuovo anno sereno, che arrivi loro il messaggio che a Bari troveranno sempre delle persone speciali pronte a dar loro una mano». Il successo della prima iniziativa è stato sottolineato anche da AIOS Protezione Civile, Associazione Nazionale Interforze, Osservatori Legalità, Pace e Sicurezza. Già attiva sia nell'emergenza irpina che a L'Aquila, l'associazione sta raccogliendo fondi per l'acquisto di generi alimentari presso produttori localizzati nei luoghi del terremoto, al fine di destinarli alle mense delle Opere Pie della Città di Bari. «Il 23 dicembre faremo la prima donazione alle prime cinque associazioni», ricorda il Presidente, dott. Giacomo Pellegrino: «con questi fondi, d'intesa con Amgas, potremo ripetere questa sperimentazione donando prodotti del Centro Italia ai bambini non vedenti che si trovano a San Giovanni Rotondo nella comunità di Padre Pio». Quella di domenica sera, in piazza del Ferrarese, è stata la fotografia di un abbraccio umano e musicale ricco di emozioni: la raccolta fondi è stata accompagnata dalle note del concerto dei Black and Blues che ha augurato il Buon Natale a tutta la città. Amgas torna in piazza giovedì 22 dicembre con un desk informativo per presentare la sua offerta Gas e Luce e la simpatica promozione "Hai voluto Amgas Luce? E mo' pedala!": a ogni nuovo utente energia elettrica l'azienda regalerà infatti una bicicletta, puntando su un consumo di energia responsabile e sostenibile. Venerdì 23 dicembre, invece, l'azienda presenterà il secondo appuntamento con l'intrattenimento sotto l'albero: lo spettacolo teatrale interattivo "Pulcinella e la follia d'amore", interpretato della compagnia "La Fattoria degli Artisti". La divertentissima trama è ordita sul tipico intrigo amoroso della Commedia dell'Arte, dove il gioco si intreccia ai lazzi e alla parola, una storia che farà incontrare e scontrare Pulcinella, il Capitano e la bella Lucrezia, sospesi tra ricordi e realtà. Nell'occasione sarà riallestita la raccolta fondi per l'emergenza Terremoto in Centro Italia. La Fattoria degli Artisti è una Compagnia Teatrale che da anni opera sul territorio regionale e nazionale attraverso percorsi di formazione per attori, laboratori teatrali per alunni delle scuole di ogni ordine e grado, produzioni di spettacoli originali volti alla valorizzazione delle tradizioni popolari e dei contesti urbani che ospitano gli spettacoli stessi. Appuntamento venerdì 23 dicembre, sempre alle ore 18 in Piazza del Ferrarese. https://www.amgasbarisrl.it/ credits foto: Luigi D'Arcangelo

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • I Modà in concerto al Palaflorio

    • dal 13 al 14 marzo 2021
    • Palaflorio
  • Dal pop al contemporaneo: Lodola Marco, Mascoli Vincenzo e Cannistrà Leonardo

    • dal 19 dicembre 2020 al 30 giugno 2021
    • cantine pop
  • Visita guidata a Molfetta: la città fatta di miele

    • 6 marzo 2021
    • Centro storico
  • Itinerario 'Bari e il suo sottosuolo'

    • 7 marzo 2021
    • Piazza Cattedrale, 28
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BariToday è in caricamento