Al Teatro Di Cagno lo spettacolo "Profumo di gelosia" della Compagnia La Rotaia di Taranto

La gelosia, dice il cameriere Giovanni nella commedia, agisce nel cervello umano come il “fafarulo”, verme che si insinua piano piano nella

Giovedì 9 e venerdì 10 novembre al Teatro Di Cagno di Bari, per la rassegna “Ridi che ti passa” diretta da Anastasia Caldarulo, la compagnia teatrale tarantina “La rotaia” porterà in scena “Profumo di gelosia – na famiglia di jatte e cane”, di Gianfranco Carriglio, che prende spunto dalla celebre “Cani e gatti” di Eduardo Scarpetta.

Lo spettacolo racconta le difficoltà che spesso attanagliano la vita matrimoniale. Ed è proprio la gelosia esasperata di una giovane moglie il motivo conduttore di questa commedia, basata su ipotetici tradimenti dell’incolpevole marito, che stanco di scenate e pasti saltati, finisce per rassegnarsi alla separazione. Informati della situazione da un amico di famiglia, i genitori della giovane, nel tentativo di evitare che la figlia si separi da un ottimo genero, mettono in atto uno stratagemma e fingono una chiassosa lite. Questo per mostrare alla figlia quanto sia dannoso e pericoloso litigare a causa dell’eccessiva gelosia. L’idea finisce, invece, per dar vita a una serie di situazioni comiche e colpi di scena che rendono il testo imprevedibile ed esilarante.

Sul palco saranno impegnati Umberto Marseglia, Mimmo Altomonte, impegnato anche nall’audio e alle luci, Bruno Peluso, Ada Mele, che ha curato anche i costumi, Carmela Abbruzzese, Alma Millarte, Franco Cervino, Ciccio Peluso, Dora De Giorgio, Filly Ferrari, Andrea Ricchiuto, Giulio Granio e Roberta Peluso. Questi attori sono diretti da Gianfranco Carriglio, ferroviere, già presidente del Dopolavoro Ferroviario di Taranto, che nel 1996 ha fondato la compagnia teatrale “La Rotaia” impegnata nella rappresentazione di spettacoli frutto di una precisa ricerca di testi di successo di teatro popolare di altre regioni italiane ma sconosciute in Puglia.

“Andare in scena con molti attori è una scelta di riproporre la tipologia di compagnia teatrale di un tempo. Questo perché non lo facciamo per guadagnare, ma per stare insieme, siamo una compagnia amatoriale, dopolavorista. Ci impegniamo anche a portare il teatro anche la dove non possono pagare”.

Teatro Di Cagno – C.so A. De Gasperi 320 – Bari

Infoline: 0805027439 - 3487632546

Inizio spettacolo: 21:00

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • 'Hell in the cave', l’Inferno in scena nelle Grotte di Castellana

    • 26 settembre 2020
    • Grave delle Grotte di Castellana
  • Alla Cittadella degli Artisti di Molfetta debutta ''Il Colloquio'', il nuovo spettacolo della Compagnia Malalingua

    • dal 18 al 19 settembre 2020
    • Cittadella degli artisti
  • Al Tatì di Bari lo spettacolo dello showman Franco Cosa

    • solo oggi
    • 19 settembre 2020
    • Tatì

I più visti

  • L'estate di Polignano a Mare è ricca: 21 eventi tra musica, mostre e spettacoli

    • dal 12 luglio al 27 settembre 2020
  • ''Summer lights 2020''», colori e giochi di luce sulla magica Alberobello

    • dal 14 luglio al 30 settembre 2020
    • Centro Storico, tutti i trulli della zona Monti, il Trullo Sovrano e il Belvedere
  • N.0 gallery - street art lab visiting

    • Gratis
    • dal 23 ottobre 2019 al 23 ottobre 2020
    • n.0 GALLERY
  • Nel centro storico di Bari la mostra d'Arte dell’Apulia Contemporary Art Prize 2020

    • dal 5 al 19 settembre 2020
    • Chiesa di Santa Teresa dei Maschi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    BariToday è in caricamento