Eventi

San Nicola, con il corteo storico i festeggiamenti entrano nel vivo

Appuntamento stasera con dei momenti più suggestivi dei festeggiamenti in onore del Santo Patrono. Quest'anno la rievocazione storica ha ottenuto un riconoscimento di prestigio: il premio "Meraviglia Italiana"

Il 9 maggio 1087 un equipaggio formato da 62 uomini sbarca a Bari col santo Nicola Arcivescovo di Mira. Di questi 62 uomini, 21 erano baresi e la loro impresa cambierà per alcuni versi la storia della nostra città.

Da oltre novecento anni, infatti, Bari celebra il loro gesto con un corteo storico che apre i festeggiamenti dedicati a San Nicola. E anche quest'anno tutto è pronto per dare vita all'evento che ricostruisce l'arrivo del santo e l'opera di quegli uomini coraggiosi: 50mila volantini in distribuzione, 6 televisioni interregionali accreditate all'evento, un paio estere (Russia e Bulgaria), varie tv regionali, un percorso che percorrerà in modo perimetrale piazza Federico II, corso Vittorio Emanuele II, lungomare Imperatore Augusto e Piazza San Nicola.

Oltre ai numeri e alla storia, un altro dato è da evidenziare: il ricevimento, da parte del corteo storico, del premio "Meraviglia Italiana". Nato per volontà del Forum Nazionale dei Giovani per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia e patrocinato da Camera dei Deputati, Ministro della Gioventù e Ministro del Turismo, "Meraviglia Italiana" è un riconoscimento atto a valorizzare contenuti turistico-culturali della nostra nazione attraverso la selezione di mille meraviglie italiane scelte tra i beni culturali e le manifestazioni della tradizione popolare.

Tutto ciò è stato racchiuso in mattinata nella conferenza tenutasi presso la sala consiliare del Palazzo di Città alla quale hanno partecipato il sindaco Michele Emiliano, il Responsabile del progetto "Meraviglia Italiana" Carmelo Lentino e il priore della basilica di San Nicola Damiano Bova. Al centro della conferenza, il conferimento del premio ricevuto dal corteo: "Non posso che essere contento di questo riconoscimento - ha esordito Emiliano -. Ringrazio Lentino, il ministro Meloni (Ministro della Gioventù n.d.r.) e tutti coloro che in questi anni hanno lavorato al corteo affinché tutto andasse alla perfezione, una perfezione sfociata nel riconoscimento ricevuto oggi".

Il sindaco Emiliano, poi, annuncia che dal prossimo anno l'organizzazione del corteo e dell'intero 'pacchetto' di festeggiamenti relativi alla festa di San Nicola diventeranno indipendenti dal Comune: "Io e padre Damiano annunciamo che subito dopo la chiusura delle feste di quest'anno inizieremo a lavorare per l'istituzione di un corpo autonomo rispetto al Comune che lavori in modo indipendente e perenne alla festa patronale". Soddisfazione anche per padre Damiano Bova: "Il riconoscimento nazionale dato al corteo è una piacevole sorpresa perché noi del meridione spesso ci autocommiseriamo mentre in realtà abbiamo delle eccellenze, che spesso non vengono valorizzate per mancanza di coesione e programmazione, capaci di raggiungere risultati come quello di oggi se solo si lavora al meglio".

Una battuta anche per il responsabile del progetto "Meraviglia Italiana" Carmelo Lentino: "L'obiettivo primario del premio è quello di rilanciare il "sistema giovani", un sistema troppo spesso non considerato. Credo che questa terra, così come tutto il sud meriti una grande attenzione ed è per questo che mi auguro di ritornare negli anni futuri".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Nicola, con il corteo storico i festeggiamenti entrano nel vivo

BariToday è in caricamento