Secondo appuntamento con le “Piccole mostre preziose”, l'iniziativa della Pinacoteca metropolitana

Continuano, presso la Pinacoteca Metropolitana “Corrado Giaquinto” di Bari, le Piccole mostre prezioseil calendario di mini- iniziative espositive a cadenza quindicinale, pensate per far conoscere al grande pubblico opere d’arte di grande interesse, ma non sufficientemente note o in alcuni casi mai esposte prima.

Dopo il primo appuntamento dedicato a I bambini e il loro mondo, a partire da mercoledì 19 luglio e fino al 27 dello stesso mese, sarà possibile visitare la mostra sul tema “Il fascino dell’Oriente negli artisti pugliesi tra Otto e Novecento”.

Attraverso opere di Francesco Netti, Antonio Piccinni, Michele De Giosa, Angelo Domenico Cives, questa mini–mostra illustra un genere che, nato alla fine del Settecento sull’onda del romanticismo, si affermò particolarmente nel secolo successivo, legandosi al fenomeno del colonialismo, e perdurò almeno sino ai primi decenni del Novecento, investendo particolarmente la pittura e l’architettura, ma anche la scultura, la grafica, gli arredi e le arti decorative. Il breve itinerario tracciato dalla mostra può essere completato dalla visita della saletta dell’Ottocento, dove sono esposte altre opere di Francesco Netti e di Giuseppe De Nittis incentrate sulle stesse tematiche.

Per agosto sono previste delle proposte monografiche su due grandi esponenti della pittura meridionale: si parte da Francesco Saverio Altamura e la pittura di storiadal 29 luglio al 10 agosto, con l’esposizione dello spettacolare dipinto La X Legione, mai esposto a Bari, e del bozzetto raffiguranteMario vincitore dei Cimbri; a seguire Le donne di Vincenzo Irollidal 12 agosto al 7 settembre, un affascinante percorso dedicato all’universo femminile, rappresentato in diverse delicate tele del pittore napoletano, quali La preghieraLa lettura e La bambola in castigo. L’ultimo appuntamento della serie riguarda I dipinti meno noti di Francesco Nettidal 9 al 24 settembre, e porterà in esposizione opere da tempo non esposte in Pinacoteca, tra cui il monumentale Sant’Effremo e due studi di San Giuseppe Calasanzio.

Giorni e orari di apertura:
dal martedì al sabato 09,00 – 19.00 (ultimo ingresso consentito ore 18:30)
domenica 09.00 – 13.00 (ultimo ingresso consentito ore 12:30)
lunedì e festività infrasettimanali chiuso

Prezzi di ingresso:
Intero € 3,00
Ridotto € 0,50:

- studenti universitari* e di istituti AFAM* (Accademie di Belle Arti e Conservatori Musicali);
- soci COOP*;
- soci TOURING*;
- possessori coupon  QUI!CULTURA

- giornalisti*;
- insegnanti* accompagnatori di gruppi scolastici;
- guide turistiche* di gruppi con più di tre persone;

* muniti di relativa tessera di iscrizione alla categoria o altro documento equivalente

Gratuito:

- minori di 18 anni e maggiori di 65 anni;
- disabili e loro accompagnatori;

Ingresso libero per tutti: la prima domenica di ogni mese (D. M. MIBACT 27-6-2014 n. 94) e in occasione di eventi, quando espressamente indicati in sede e su locandine e inviti.
La biglietteria chiude 30 minuti prima dell’orario di chiusura

La visita alle mostre in corso è inclusa nel biglietto d’ingresso
Visite guidate per scuole e gruppi:
Informazioni e prenotazioni tel. 080 54 12 422 – 423 (sig.ra Erminia Acquafredda) negli orari d’ufficio.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Dal pop al contemporaneo: Lodola Marco, Mascoli Vincenzo e Cannistrà Leonardo

    • dal 19 dicembre 2020 al 30 giugno 2021
    • cantine pop

I più visti

  • Itinerario 'Bari sotto la città'

    • solo oggi
    • 28 febbraio 2021
    • Centro storico
  • Itinerario 'Bari e il suo sottosuolo'

    • solo oggi
    • 28 febbraio 2021
    • Piazza Cattedrale, 28
  • Conversano: tra archi e torri

    • solo oggi
    • 28 febbraio 2021
    • Centro Storico
  • I Modà in concerto al Palaflorio

    • dal 13 al 14 marzo 2021
    • Palaflorio
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BariToday è in caricamento