Silvia Battaglio al teatro Abeliano in 'Lolita'

Venerdì 29 novembre alle ore 21 nell'ambito della rassegna 'To The Theatre' il Nuovo Teatro Abeliano ospita Silvia Battaglio giovane bravissima attrice rivelazione delle scene nostrane che si propone nel ruolo di Lolita in uno spettacolo che, dopo aver debuttato in anteprima internazionale all’ODIN TEATRET diretto da Eugenio Barba, è stato presentato in prima nazionale al Teatro Stabile di Torino nel Gennaio 2015.

LOLITA rappresenta il primo degli spettacoli appartenenti alla Trilogia dell’Identità e rientra in una personale indagine sul tema dell’identità connesso a quello dell’età, dove il punto di partenza risiede nell’appartenenza o meno a noi stessi, al nostro tempo, a un’età che ci rappresenta ma che talvolta non corrisponde esattamente al nostro tempo interiore, in questo sfasamento tra età ed esistenza si annida un luogo che chiamerei: Lolita.

Dal suo piccolo angolo d’infanzia immerso in un giardino di mele rosse, una Lolita – ormai adulta – attraversa il tempo a ritroso e ripercorre la sua ‘prima volta’, sperimenta, provoca e interroga gli adulti nel tentativo di intercettare le traiettorie del possibile, attraversa la delusione e lo stupore, la purezza e il peccato, nel suo viaggio intimo tra adolescenza e maturità.

Lolita intreccia i fili della memoria, poi trema, ride e sospira quando nel bosco della sua infanzia incontra il signor Humbert, l’uomo nero delle favole, mezzo uomo e mezzo lupo che per timore di invecchiare sottrae il tempo a una bambina innocente come cappuccetto rosso ma crudele come un dèmone.

Lolita cerca le tracce della bambina che era e che Humbert le ha portato via, scavalca il tempo, lo perde, e infine cerca di trattenerlo, tra smarrimento e gioco, come un equilibrista sfida un mondo luminoso ma pieno di insidie, nel tentativo di collocare se stessa fino ai confini incerti di una realtà in continua trasformazione e destinata a mutare continuamente i suoi valori etici, a mettere in discussione certezze apparentemente innegabili come il diritto alla propria infanzia. Donna, vecchia, bambina, crudele, dolce ed enigmatica, Lolita è sola perché nessun adulto la ama per quello che è: allora finge di essere un’altra nel gioco perverso del teatro della vita, ora con ingenuità ora con astuzia, proietta il suo corpo nella perdizione di una dimensione ambigua e metamorfica in cui ‘amore’ e ‘potere’ convivono nello stesso istante, penetrando nei sentimenti più profondi dell’essere, attraversandoli con passione e amarezza, fino all’ironia.

LOLITA 

regia e interpretazione Silvia Battaglio

consulenza artistica Julia Varley

suggestioni letterarie Vladimir Nabokov, Charles Perrault, Pia Pera

suggestioni musicali Torgue & Houppin, Alva Noto, Paolo Conte

disegno luci Massimiliano Bressan

foto di scena Stefano Mazzotta, Cristina Le Noci, Claudio Bonifazio

produzione Cie.Zerogrammi

coproduzione Odin Teatret Nordisk Teaterlaboratorium, Tangram Teatro Torino in collaborazione con Bianca Teatro

sostegno alla realizzazione Crut (Centro Regionale Universitario per il Teatro)

Venerdì 29 NOVEMBRE 2019, h. 21

PER INFORMAZIONI 080 542 7678

 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • “Su…il sipario”, sei appuntamenti in diretta streaming dal Nuovo Teatro Abeliano

    • dal 1 al 6 marzo 2021
    • in diretta streaming
  • Indovina chi viene a (s)cena dal Teatro Odeion di Giovinazzo

    • 6 marzo 2021
    • Teatro Odeion
  • "Ludus" in scena a domicilio per "Pietanze d'Arte a Domicilio"

    • 5 marzo 2021

I più visti

  • I Modà in concerto al Palaflorio

    • dal 13 al 14 marzo 2021
    • Palaflorio
  • Dal pop al contemporaneo: Lodola Marco, Mascoli Vincenzo e Cannistrà Leonardo

    • dal 19 dicembre 2020 al 30 giugno 2021
    • cantine pop
  • Visita guidata a Molfetta: la città fatta di miele

    • 6 marzo 2021
    • Centro storico
  • Itinerario 'Bari e il suo sottosuolo'

    • 7 marzo 2021
    • Piazza Cattedrale, 28
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BariToday è in caricamento