"Tavole barocche", al Castello Svevo di Gioia del Colle

  • Dove
    Castello Svevo
    Indirizzo non disponibile
    Gioia del Colle
  • Quando
    Dal 11/04/2015 al 28/06/2015
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni
    Sito web
    sistemamuseo.it

Nell'anno dell'Expo di Milano, dedicato alle tematiche dell'alimentazione, le suggestive sale del Castello Svevo di Gioia del Colle (Ba) ospitano dall'11 aprile al 28 giugno 2015 la mostra "Tavole Barocche", promossa dalla Regione Puglia e dal Comune di Gioia del Colle.

La mostra, a cura di Francesco Di Ciaula ed organizzata dalla società Sistema Museo, espone dipinti raffiguranti nature morte, paesaggi e scene conviviali tra XVII e XVIII secolo, provenienti dalla Collezione Corsi di Firenze conservata presso il Museo Bardini, una delle istituzioni museali più importanti del capoluogo toscano.
L'esposizione è allestita nel Castello di Gioia del Colle, tra i più affascinanti manieri realizzati dalle maestranze dell'Imperatore Federico II Hohenstaufen, il Sovrano tedesco che fece della Puglia del XIII secolo la sua terra d'elezione.
Tra la magnifica Sala del Trono, così nominata per la presenza dell'imponente seggio reale, la Sala del Camino, la Torre de' Rossi e il Gineceo, si sviluppa armoniosamente la mostra, ricca di opere importanti per la storia dell'arte del Seicento e del Settecento italiano e fiammingo, come quelle del Gobbo dei Carracci, lo Spadino, Giovan Battista Ruoppolo, Jacopo da Empoli, Gian Domenico Ferretti, della bottega dell'Arcimboldo e del seguito di Pieter Brueghel il Giovane.

Due le sezioni di mostra, incentrate sulla cultura del cibo e della tavola: la prima espone la rappresentazione degli alimenti nel genere della natura morta, che si impone in maniera decisiva nel Seicento. I dipinti sono dominati dalla variegata presenza di carni, selvaggina, pesci, frutti e ortaggi realizzati da artisti soprattutto di ambito toscano e romano-napoletano. La seconda sezione, arricchita dalle opere di autori fiamminghi, presenta i piaceri conviviali: prevalgono scene di banchetto e di festa, riscontrabili sia nei rituali opulenti e fastosi delle classi aristocratiche sia nelle immagini di contesti umili e popolari, nei quali l'alimentazione più che piacere della tavola diviene ricerca di appagamento della fame.

Orari di apertura: tutti i giorni 8.30 - 19.30

Tariffe ingresso Castello: intero 2,50 euro / ridotto 1,25 euro ai cittadini dell'Unione Europea da 18 a 25 anni / omaggio sotto i 18 anni. Ulteriori riduzioni ed esoneri come da normativa statale.

Catalogo: Claudio Grenzi Editore

Per informazioni: Sistema Museo 199 151 123 (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 15.00 escluso i festivi) - callcenter@sistemamuseo.it

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Festa di San Nicola 2021: il programma delle celebrazioni, tra accessi contingentati in Basilica e dirette tv

    • fino a domani
    • dal 5 al 9 maggio 2021
  • Itinerario 'Bari e il mare'

    • solo domani
    • 9 maggio 2021
    • Lungomare
  • Visita guidata 'Bari parigina'

    • solo oggi
    • 8 maggio 2021
    • Quartiere Murattiano
  • Dal pop al contemporaneo: Lodola Marco, Mascoli Vincenzo e Cannistrà Leonardo

    • dal 19 dicembre 2020 al 30 giugno 2021
    • cantine pop
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BariToday è in caricamento