A Bari il primo appuntamento di "Teatro è Comunità" all'oratorio del Redentore, in scena Hansel e Gretel

Martedì alle ore 19.00, nell’oratorio del Redentore, al Libertà, l’avvio della rassegna “Teatro e Comunità”, promossa dal Comune di Bari nell’ambito della Card Cultura, condivisa con alcune parrocchie e luoghi di culto della città e curata dal Granteatrino Casa di Pulcinella in collaborazione con i cinque Municipi.
In scena Hansel & Gretel.
“Teatro e Comunità” è una rassegna itinerante di otto spettacoli di teatro di figura, ad ingresso gratuito, in programma in alcuni luoghi periferici della città - in particolare nelle sedi di parrocchie e centri religiosi non cattolici - al fine di coinvolgere le comunità dei quartieri cittadini e avviare alla fruizione teatrale bambini e famiglie, promuovendo così la Card culturale anche tra i gruppi interreligiosi della città.
Obiettivo del progetto è mettere tutti i cittadini nelle condizioni di poter accedere alla cultura, che può rappresentare un importante strumento di crescita ed emancipazione. 

Hansel e Gretel 

con Chiara Bitetti e Anna Chiara Castellano Visaggi
burattini, pupazzi, oggetti e fondali Manuela Trimboli
tratti dalle illustrazioni di Nicoletta Costa
adattamento e regia Paolo Comentale

spettacolo di burattini e pupazzi
età consigliata 3-8 anni

La compagnia Granteatrino porta un scena una delle più celebri favole dei fratelli Grimm e lo fa con il suo caratteristico stile, coniugando la classica storia con l’allegria dei burattini in baracca e l’inconfondibile segno dell’illustratrice Nicoletta Costa. I burattini e le scene riproducono infatti le ambientazioni e i personaggi da lei disegnati. Il risultato è molto positivo, così come attestano le molte repliche che la compagnia continua a rappresentare in tutta Italia.
Lo spettacolo alterna atmosfere magiche e fantastiche a scene di puro divertimento e, attraverso la narrazione, affronta temi di grande valore simbolico come la paura dell’abbandono e della solitudine.
Emozioni che si trasformeranno per i protagonisti della storia in una meravigliosa occasione di conoscenza e di crescita: i due bambini troveranno infatti il coraggio di affrontare grandi difficoltà.  La fiaba evidenzia alcune paure dell’infanzia, anche quella di essere divorati; ma il finale è liberatorio grazie alla vittoria sul nemico più minaccioso: la perfida strega.
La rappresentazione alterna grandi pupazzi animati, resi unici dai colori, dalle forme morbide e variopinte, ai burattini.
Il genere riunisce in sé le caratteristiche e le funzioni della fiaba classica e delle “gag” burattinesche che nascono da situazioni impreviste e divertenti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Per i "Lunedì di Prosa con i classici del Teatro Abeliano" in streaming lo spettacolo 'La Mandragola'

    • solo oggi
    • 3 maggio 2021
    • Online
  • "Verde Bianco Rosso" il nuovo spettacolo di Carmen De Sandi in residenza alla Cittadella degli Artisti

    • solo domani
    • 4 maggio 2021
    • Cittadella degli Artisti
  • Appuntamento con Teatrificio 22: il laboratorio “Io scrivo rap”, a seguire “Un teatro da favola”

    • solo domani
    • 4 maggio 2021
    • Spazio 13

I più visti

  • Festa di San Nicola 2021: il programma delle celebrazioni, tra accessi contingentati in Basilica e dirette tv

    • dal 5 al 9 maggio 2021
  • Itinerario 'Bari e il mare'

    • 9 maggio 2021
    • Lungomare
  • Visita guidata 'Bari parigina'

    • 8 maggio 2021
    • Quartiere Murattiano
  • Dal pop al contemporaneo: Lodola Marco, Mascoli Vincenzo e Cannistrà Leonardo

    • dal 19 dicembre 2020 al 30 giugno 2021
    • cantine pop
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BariToday è in caricamento