Il Trio di Parma di scena a Monopoli nel Chiostro di Palazzo San Martino per il Festival Ritratti

Il trio è stata la formazione per eccellenza dell’Ottocento, molto utilizzata anche per le trascrizioni di pagine sinfoniche. E in questo solco si muove il Trio di Parma, ensemble erede del leggendario Trio di Trieste, di scena a Monopoli, giovedì 2 agosto (ore 21), nel Chiostro di Palazzo San Martino, per il Festival Ritratti diretto da Massimo Felici e Antonia Valente per l’associazione Euterpe nella Rete di musica d’arte Orfeo Futuro.

Vincitore nel 1994 del Premio Abbiati, l’Oscar della musica classica in Italia, e formato da Ivan Rabaglia (violino), Enrico Bronzi (violoncello) e Alberto Miodini (piano), il Trio di Parma propone un programma dedicato alle trascrizioni storiche di due pagine di Liszt, il poema sinfonico «Orphée» nella versione di Camille Saint-Saëns e «La vallée d’Obermann» adattata dallo stesso autore, Tre capricci di Egon Wellesz e il celebre Trio «dell’Arciduca» di Beethoven, tra i capolavori di questo genere per grandezza dell’impianto formale, ma anche per inventiva, espressività e varietà timbrica.

Una varietà che i tre musicisti parmensi tireranno fuori anche attraverso le straordinarie sonorità dei due strumenti ad arco. Ivan Rabaglia suona, infatti, un prezioso violino realizzato da Giovanni Battista Guadagnini a Piacenza nel 1744, mentre Enrico Bronzi utilizza un violoncello di Vincenzo Panormo costruito a Londra nel 1775.

L’ensemble, uno dei complessi italiani dalla carriera internazionale di maggior prestigio, si è costituito nel 1990 nella classe di musica da camera di Pierpaolo Maurizzi al Conservatorio Arrigo Boito di Parma e in pochi anni si è imposto sulla scena internazionale con una prolifica attività discografica, concerti con i più grandi artisti del mondo e, parallelamente, con un costante impegno didattico nei Conservatori di Novara, Gallarate, al Mozarteum di Salisburgo, alla Chamber Music Academy di Duino e alla Scuola di Musica di Fiesole. Tra i riconoscimenti ottenuti, non solo l’Abbiati, ma anche le affermazioni nei Concorsi internazionali di Melbourne, Lione, ARD di Monaco e «Vittorio Gui» di Firenze.

Biglietti 10 euro (ridotti 5 euro). Info www.ritrattifestival.it.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • I Modà in concerto al Palaflorio

    • dal 9 al 10 ottobre 2020
    • Palaflorio
  • ''Under Zones'', a Bari due giornate di rock made in Italy

    • da domani
    • dal 17 al 18 settembre 2020
    • Parco Princigalli
  • ''Sentieri armonici'', quattro raffinati concerti di musica antica in Terra di Bari

    • dal 5 al 22 settembre 2020
    • varie

I più visti

  • L'estate di Polignano a Mare è ricca: 21 eventi tra musica, mostre e spettacoli

    • dal 12 luglio al 27 settembre 2020
  • ''Summer lights 2020''», colori e giochi di luce sulla magica Alberobello

    • dal 14 luglio al 30 settembre 2020
    • Centro Storico, tutti i trulli della zona Monti, il Trullo Sovrano e il Belvedere
  • N.0 gallery - street art lab visiting

    • Gratis
    • dal 23 ottobre 2019 al 23 ottobre 2020
    • n.0 GALLERY
  • Nel centro storico di Bari la mostra d'Arte dell’Apulia Contemporary Art Prize 2020

    • dal 5 al 19 settembre 2020
    • Chiesa di Santa Teresa dei Maschi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    BariToday è in caricamento