Eventi

Esplorando e rilanciando il Mezzogiorno nella rassegna 'Tu non conosci il Sud'

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Tu non conosci il Sud

Bari, martedì 25 novembre - giovedì 4 dicembre 2014

C'è una "invisibilità" del Sud nel dibattito pubblico nazionale e si scorge una diserzione di responsabilità rispetto al Mezzogiorno che, pur con tutti gli storici deficit e le nuove contraddizioni, è una preziosa opportunità per lo sviluppo dell'Italia e per il suo ruolo in Europa. Ma per cogliere tale occasione urge, innanzitutto, la consapevolezza che il Sud non si può ridurre a una sconfinata "Gomorra" criminogena (fatta salva la provvida denuncia di Roberto Saviano) né va edulcorato in una Macondo vacanziera e folcloristica al ritmo dionisiaco della pizzica (fatto salvo il rilievo della "Notte della Taranta").

Un tentativo di esplorare, scandagliare e rilanciare il Sud prenderà corpo a Bari nella rassegna "Tu non conosci il Sud", dal 25 novembre al 4 dicembre, articolata in vari luoghi della città: foyer del Teatro Petruzzelli, ex PalaPoste dell'università "Aldo Moro", libreria Laterza e sala auditorium di Showville."Tu non conosci il Sud"è un originale concept all'insegna della divulgazione e del piacere di una fattiva cittadinanza culturale.

Il Sud ieri, oggi e domani vive nelle giornate di riflessione e coinvolgimento, di spettacolo e cultura, che sono intitolate a un verso di Vittorio Bodini nel centenario della nascita del poeta ed ispanista pugliese (Bari 1914 - Roma 1970): "Tu non conosci il Sud, le case di calce/ da cui uscivamo al sole / come numeri dalla faccia di un dado". Una personalità rilevante del nostro Novecento. Bodini, che negli ultimi anni finalmente si è preso a riscoprire e a divulgare.

Nucleo di "Tu non conosci il Sud" saranno due giornate, martedì 25 e mercoledì 26 novembre, ricche di incontri, approfondimenti e momenti di spettacolo, mentre un'agile mostra del grande fotografo Ferdinando Scianna dedicata alle donne del Sud sarà inaugurata la sera del 25 novembre, in coincidenza con la "Giornata internazionale contro la violenza sulle donne", e resterà aperta fino al 4 dicembre nel foyer del Petruzzelli.

"Tu non conosci il Sud"è una produzione dell'associazione Veluvre - Visioni Culturali, a cura del giornalista e saggista Oscar Iarussi.

La manifestazione è sponsorizzata da UniCredit e si avvale dei patrocini dell'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro" e di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, e si svolge in collaborazione con la Libreria Laterza e la Fondazione con Il Sud. Si ringraziano: Fondazione Petruzzelli e Teatri di Bari,Multisala Showville, Palace Hotel Bari, Moving Center, Terrazza Murat, Il Trappetello.

"Tu non conosci il Sud" è in rete sul sito www.tunonconoscilsud.it

ed è attivo sugli account Facebook, Twitter e Instagram di Veluvre. Il
racconto dell'evento, inoltre, è già iniziato sui social network
attraverso l'hashtag #tunonconoscilSUD. In particolar modo, grande
partecipazione sta riscuotendo il challenge lanciato su Instagram in
collaborazione con Instagramers Puglia e Igers Matera, che in poche
ore ha già raccolto oltre 1000 foto.

A "Tu non conosci il Sud" incontri e approfondimenti spazieranno dall'analisi economica al racconto delle esperienze nel Sud, sotto il segno del riscatto.

Il programma si inaugurerà martedì 25 novembre (foyer Petruzzelli ore 18) con un dialogo dedicato agli equivoci dell'intervento straordinario ("Sud senza fondi o senza fondo?") cui parteciperanno studiosi ed esperti quali Carlo Borgomeo, Carlo Trigilia, Gianfranco Viesti, introdotti da Alessandro Laterza, e con l'intervento di Salvatore Adduce che ha guidato "Matera 2019" fino ad aggiudicarsi di recente il titolo di Capitale Europea della Cultura nel 2019.

Nella stessa serata del 25 alle ore 21, sempre nel foyer del Petruzzelli, si terrà il vernissage della mostra "Il Sud e le donne" del grande fotografo Ferdinando Scianna, che resterà aperta sino al 4 dicembre. Subito dopo l'inaugurazione della mostra, ancora nel foyer del politeama barese, l'attore e regista Sergio Rubini leggerà le "sue Pagine del Sud", a mo' di viatico della rassegna.

Il giorno successivo, mercoledì 26 novembre, "Tu non conosci il Sud", si sposta nell'ex PalaPoste dell'Università di Bari, dove al mattino sono in programma due attesi incontri: alle ore 10, il produttore cinematografico Gianluca Arcopinto e i giovani cineasti napoletani del Laboratorio Mina racconteranno della loro esperienza nel quartiere Scampia, in cui hanno dato vita a una scuola audiovisiva ("Oltre Gomorra"). A seguire, Sergio Rubini dialogherà con Oscar Iarussi sulle immagini del Mezzogiorno, ed in particolare della Puglia, affiorate alla ribalta in questi ultimi anni, fra crimine e folclore ("Oltre la pizzica", ore 12). A quest'ultimo incontro è previsto l'intervento dell'attore partenopeo Francesco Di Leva, candidato al David Di Donatello nel 2011 quale migliore attore non protagonista per il film "Una vita tranquilla".

Nel pomeriggio, l'ex PalaPoste ospiterà l'incontro con lo scrittore Roberto Cotroneo ("Volver al Sud", ore 18). Cotroneo ha concepito un testo inedito in esclusiva per "Tu non conosci il Sud", dove verrà a interpretarlo per la prima volta.

La ricca giornata del 26 prosegue alle ore 21 nella sala auditorium di Showville con una serata di musica e teatro con Rocco Papaleo. Il popolare attore, regista e musicista proporrà le sue "riflessioni spettacolari" intitolate con la consueta ironia: "Tu lo conosci il Sud, ma parliamone". Papaleo sarà accompagnato dagli abituali complici della sua band, i bravissimi musicisti Arturo Valiante, Francesco Accardo, Gerry Accardo, Guerino Rondolone.

Ad arricchire le due intense giornate, la videoinstallazione nella libreria Laterza, con i video del contest "Una storia con il Sud", promosso da "Fondazione con il Sud" che verranno proiettati in libreria (negli orari di apertura della libreria stessa).

Tutti gli incontri e gli appuntamenti di "Tu non conosci il Sud" sono aperti a tutti e gratuiti, inclusa la mostra fotografica di Scianna nel foyer del Petruzzelli, secondo gli orari previsti nel programma. Lo spettacolo di Papaleo prevede un biglietto di euro 10 (prevendita 1 euro).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplorando e rilanciando il Mezzogiorno nella rassegna 'Tu non conosci il Sud'

BariToday è in caricamento