A Locorotondo in scena ''Viola'', una storia vera per l’emancipazione femminile italiana

  • Dove
    U Jùse
    Via Nardelli
    Locorotondo
  • Quando
    Dal 20/06/2019 al 20/06/2019
    20.00
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Il coraggio delle donne sarà il tema centrale dell’incontro culturale che si svolgerà giovedì 20 giugno dal titolo “Viola”, presso U Jùse in via Nardelli alle ore 20.00.

Una rappresentazione teatrale fortemente voluta dall’Assessorato alle Politiche Sociali-Pari Opportunità del comune di Locorotondo che richiama un fatto di cronaca realmente accaduto nel 1965 e che diede il via all’emancipazione femminile, portando all’abrogazione del “matrimonio riparatore”.

Sarà Elena Giove, attrice, regista ed autrice, in un monologo da lei scritto ed interpretato che racconterà questa vicenda.

Franca Viola è stata la prima donna italiana a rifiutare il matrimonio riparatore. Divenne simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane. Dopo essere stata rapita e violentata, rifiutò il matrimonio riparatore con il suo aggressore, al fine di evitargli la condanna. Franca Viola diventerà in Sicilia un simbolo di libertà e dignità per tutte quelle donne che dopo di lei avrebbero subito le medesime violenze e ricevettero, dal suo esempio, il coraggio di "dire no" e rifiutare il matrimonio riparatore.

L'8 marzo 2014, in occasione della festa della donna, Franca Viola è stata insignita al Quirinale dell'onorificenza di Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con la motivazione: "Per il coraggioso gesto di rifiuto del matrimonio riparatore che ha segnato una tappa fondamentale nella storia dell'emancipazione delle donne nel nostro Paese".

Questo il commento della protagonista Elena Giove:

«Ho voluto indagare sulla natura interiore di giovane adolescente creando un ponte drammaturgico tra la mia esperienza emotiva e la sua fragilità di giovane donna. Quello che mi colpisce è la forza ed il coraggio con cui lei ha affrontato tutto questo diventando un’eroina di una generazione intera».

Fiduciosa nello spettacolo la consigliera comunale incaricata delle pari opportunità Mariangela Convertini:

«Rivivere il coraggio delle donne che hanno iniziato il cammino verso l’emancipazione femminile, che è anche sociale, significa non solo dare loro il giusto riconoscimento, ma tenere sempre viva la memoria e alta la guardia, affinchè la frenesia dei tempi e le nuove sfide sociali non facciano soccombere i valori sostanziali della nostra comunità»

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • “Su…il sipario”, sei appuntamenti in diretta streaming dal Nuovo Teatro Abeliano

    • dal 1 al 6 marzo 2021
    • in diretta streaming
  • Indovina chi viene a (s)cena dal Teatro Odeion di Giovinazzo

    • 6 marzo 2021
    • Teatro Odeion
  • "Ludus" in scena a domicilio per "Pietanze d'Arte a Domicilio"

    • 5 marzo 2021

I più visti

  • I Modà in concerto al Palaflorio

    • dal 13 al 14 marzo 2021
    • Palaflorio
  • Dal pop al contemporaneo: Lodola Marco, Mascoli Vincenzo e Cannistrà Leonardo

    • dal 19 dicembre 2020 al 30 giugno 2021
    • cantine pop
  • Visita guidata a Molfetta: la città fatta di miele

    • 6 marzo 2021
    • Centro storico
  • Itinerario 'Bari e il suo sottosuolo'

    • 7 marzo 2021
    • Piazza Cattedrale, 28
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BariToday è in caricamento