Cos'è l'Alternanza scuola-lavoro? Le informazioni utili

Obbligatoria per tutti gli studenti a partire dal terzo anno, l'Alternanza scuola-lavoro è una modalità didattica che prevede un'esperienza pratica e diretta sul campo con l'obiettivo di rafforzare le conoscenze teoriche acquisite a scuola. Ecco come funziona


Nel mondo della formazione scolastica si sente spesso parlare di Alternanza scuola-lavoro. Di cosa si tratta?

Come ci spiega il Miur, l’Alternanza scuola-lavoro è una modalità didattica che prevede un'esperienza pratica e diretta sul campo con l'obiettivo di rafforzare le conoscenze teoriche acquisite a scuola. Obbligatoria per tutti gli studenti degli ultimi tre anni delle scuole superiori, come funziona l'Alternanza scuola-lavoro? Scopriamolo.

Carta dei diritti e dei doveri dello studente in Alternanza

Formata da sette articoli, la carta dei diritti e dei doveri spiega nel dettaglio tutto quello di cui lo studente ha diritto durante il periodo del progetto (il tipo di formazione, il diritto ad essere seguiti da un tutor, corsi di formazione necessari) e le norme comportamentali da rispettare nell'azienda scelta per evitare eventuali provvedimenti disciplinari.

Quando e dove svolgerla?

I progetti, che vengono avviati grazie ad una convenzione stipulata tra la scuola di riferimento e l'azienda, possono essere svolti sia durante l’anno scolastico, sia nei periodi di vacanza. Inoltre, per quanta riguarda le ore da svolgere, nella Carta dei diritti e dei doveri viene specificato che la durata delle attività giornaliere - che deve rispettare la normativa vigente - non può superare l’orario indicato nella convenzione iniziale. Per vedere la lista completa degli enti e delle aziende dove è possibile svolgere l’Alternanza scuola-lavoro bisogna consultare il Registro nazionale delle imprese. Ridenominati, oggi, percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO), in genere, essi hanno un monte ore totale:

  • non inferiore a 210 ore per gli Istituti Professionali;

  • non inferiore a 150 ore pergli Istituti Tecnici;

  • non inferiore a 90 ore per i Licei.

Come funziona

Inizialmente, lo studente comincia il periodo di Alternanza scuola-lavoro seguendo un corso di formazione sui rischi per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro. Durante il progetto, ogni studente ha l'obbligo di rimanere in contatto sia con il proprio tutor scolastico, sia con quello della struttura ospitante e deve documentare le proprie attività sull’apposito libretto fornito dalla scuola. Una volta terminato il progetto, la scuola e la struttura ospitante valuteranno lo studente e gli assegneranno un Certificato delle competenze che riconosce i livelli di apprendimento raggiunti dal giovane rispetto a quelli indicati nel Piano formativo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
BariToday è in caricamento