Bullismo e cyber bullismo: al via un ciclo di webinar gratuiti promosso dal Centro servizi per le famiglie di Libertà

Quattro incontri in modalità online rivolti a famiglie, insegnanti, operatori e operatrici educativi/e, con l’obiettivo il sensibilizzare le famiglie e la scuola in merito a tali tematiche

©Foto di Ulrike Mai da Pixabay

Inizia martedì 2 marzo, il ciclo di webinar sul tema “bullismo e cyberbullismo” promosso dal Centro servizi per le famiglie del quartiere Libertà, finanziato dall’assessorato comunale al Welfare e gestito dalla cooperativa sociale Aliante.

Il percorso, a cura di uno psicologo del servizio, prevede quattro incontri in modalità online rivolti a famiglie, insegnanti, operatori e operatrici educativi/e, con l’obiettivo il sensibilizzare le famiglie e la scuola in merito a tali tematiche nonché di offrire modalità di supporto e di intervento attuabili nel quotidiano.

All’avvio del percorso saranno approfondite le modalità con cui si manifestano i fenomeni di bullismo e cyberbullismo e illustrati i rischi che ne derivano e i diversi interventi che le famiglie e la scuola possono mettere in campo.

In modo più dettagliato, nel primo incontro, in programma domani alle ore 17, sarà presentato il questionario da somministrare ai partecipanti nonché introdotto il tema nei suoi principali aspetti. Il secondo appuntamento, martedì 9 marzo sempre alle ore 17, verterà su “Bullismo e cyberbullismo come fenomeno di disagio, le conseguenze che ne derivano. Ruolo del genitore, campanelli d’allarme e metodi di intervento”. Nel terzo, che si terrà martedì 16 marzo alla stessa ora, l’attenzione sarà focalizzata invece sul ruolo degli insegnati e sulle metodologie di intervento. Infine, nel quarto incontro, calendarizzato martedì 23 marzo alle ore 17, saranno discussi i risultati emersi dall’indagine di ricerca e sarà dato spazio al confronto e al dibattito.

Le tematiche affrontate nel ciclo di incontri intendono promuovere una riflessione attenta e consapevole sul fenomeno inteso come manifestazione di disagio infantile e adolescenziale, in un’ottica di promozione della prevenzione e del benessere personale e sociale. E in tal senso, affinché la prevenzione possa dotarsi di strumenti e strategie efficaci, è importante coinvolgere quelle figure che a vario titolo entrano in contatto con i minori, ognuna in relazione alla propria sfera di competenza, dalla famiglia alla scuola.

“Il covid non ferma gli episodi di bullismo e cyber bullismo che, anzi, registrano numeri in crescita tra gli adolescenti in questo particolare momento storico - commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico -. I minori coinvolti nei laboratori presso le nostre strutture o coloro che si rivolgono agli sportelli di ascolto e ai numeri utili attivati dall’assessorato e dalle realtà del welfare cittadino, ci raccontano sempre più spesso delle loro paure legate alla possibilità di subire molestie online o di essere vittime di revenge porn. Per questo oggi più che mai risulta fondamentale offrire ascolto e supporto qualificato ai ragazzi e alle ragazze affinché possano esprimere i turbamenti e dare voce alle paure senza sentirsi soli o senza via d’uscita fornendo loro, e alle loro famiglie, strumenti per riconoscere e difendersi dal bullismo in tutte le sue manifestazioni. Noi continuiamo nella costruzione di reti sensibili fra pubblico e privato, famiglie, istituzioni e minori per proteggere questi ultimi dalla violenza e dal sopruso, tanto nella vita reale quanto in rete, e allo stesso tempo per offrire agli autori di bullismo una possibilità di consapevolezza e di riscatto”.

Per accedere al webinar su Zoom il link di accesso è

https://us04web.zoom.us/j/73232110936?pwd=V0tQdE9jVCtnRkptUU96azcydUxxdz09

Id e password da inserire

ID riunione: 732 3211 0936

Passcode: i3855e

Questo invece il link per la compilazione del questionario d’indagine

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdrR0FFLg2mx9AT_uZW0Gh7gBCwsUHnIBSYc0NiwnOhE5ve4Q/viewform?vc=0&c=0&w=1&flr=0&gxids=7628

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola, anche in Dad potrebbero tornare le bocciature

  • Amiu Puglia, borse di studio destinate ai figli meritevoli dei dipendenti dell’azienda: tutte le informazioni

  • Concorso di educazione stradale nelle scuole di Bari e della Bat: scadenza entro il 30 aprile

  • Borse di studio per under 35 dedicate alla memoria di Giovanni Montanaro: tutte le informazioni

  • Corso formativo sui beni confiscati alle mafie

  • Percorso formativo gratuito rivolto agli insegnanti “Disegno e fotografia come terapia“

Torna su
BariToday è in caricamento