Buoni per l’acquisto dei libri di testo per gli studenti delle scuole secondarie

Gli studenti con ISEE familiare inferiore a 10.632,94 euro, residenti nel Comune di Bari, possano utilizzare dei voucher distribuiti dalle scuole di appartenenza anziché libri in comodato d’uso da restituire successivamente agli istituti. Ecco come fare

Dal prossimo anno scolastico gli alunni delle scuole secondarie di I e II grado torneranno ad utilizzare i buoni per l’acquisto dei libri di testo. L’iniziativa prevede che gli studenti con ISEE familiare inferiore a 10.632,94 euro, residenti nel Comune di Bari, possano utilizzare dei voucher distribuiti dalle scuole di appartenenza anziché libri in comodato d’uso da restituire successivamente agli istituti.

Da settembre, quindi, i ragazzi aventi diritto al contributo per l’acquisto dei libri di testo potranno comprarli direttamente in libreria grazie a un lavoro di rete condiviso dall’assessorato alle Politiche educative e giovanili, dai dirigenti delle scuole secondarie di I e II grado e dalle librerie della città. In questo modo gli alunni potranno disporre dei testi sin dall’inizio dell’anno scolastico, diventandone proprietari a tutti gli effetti.

L’importo dei singoli buoni libro è definito da una tabella ministeriale e varia a seconda della classe - gli alunni delle prime classi usufruiscono di una quota maggiore - e dell’indirizzo dell’istituto scolastico. L’anno scorso nella città di Bari gli studenti beneficiari del contributo per l’acquisto dei libri sono stati 3.594, dei quali 1.590 frequentanti la scuola secondaria di I grado e 2.004 la scuola secondaria di II grado.

Per usufruire del beneficio, le famiglie dovranno accedere alla piattaforma regionale https://www.studioinpuglia.regione.puglia.it/libri-di-testo-2019-2020/ entro le ore 14 del 31 luglio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Imparare a suonare uno strumento sin da bambini: i corsi a Bari

Torna su
BariToday è in caricamento