Mercoledì, 23 Giugno 2021
energia

P.A.E.S, un piano d'azione in piena evoluzione per l'energia sostenibile

Presentato oggi pomeriggio nella sala consiliare del Comune il Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile. Obiettivo: ridurre le emissioni di gas serra del 20% e migliorare l'efficienza energetica della città

20-20-20. Non sono misure in centimetri: sono le percentuali relative al PAES, il Piano d'Azione per  l'Energia Sostenibile. Questo documento descrive le misure che ciascuna Amministrazione Comunale si impegna a realizzare per rispettare gli impegni assunti con la Commissione europea attraverso la sottoscrizione del Patto dei Sindaci, un patto lanciato nel 2008 e chiusosi a fine 2010 con la presentazione del PAES stesso da parte dei comuni aderenti.

Fra questi, presente anche Bari che, con una conferenza stampa tenutasi nel pomeriggio presso il Comune, ha voluto render nota la strada da intraprendere per raggiungere il 20-20-20 tanto agognato ossia ridurre del 20% le emissioni di gas serra attraverso politiche e misure locali che aumentino del 20% il ricorso alle fonti di energia rinnovabile e che, allo stesso tempo, migliorino del 20% l'efficienza energetica e l'uso razionale dell'energia. Il tutto entro il 2020, termine ultimo fissato dall'UE.

La conferenza è stata seguita da un gran numero di personale tecnico e non visto che la bozza presentata quest'oggi è modificabile grazie alle proposte progettuali che i 'portatori di interesse' possono inviare al comune attraverso un modulo di riferimento (scaricabile dal sito www.comune.bari.it).

Insomma, un progetto pronto sulla carta ma, al contempo, ancora da definire visto il carattere 'interattivo' dell'iniziativa. Su questo aspetto ha basato la propria attenzione il sindaco Michele Emiliano, autore dell'apertura della conferenza: "L'iniziativa presentata oggi è un'iniziativa della comunità. Noi, cioè, non vogliamo egemonizzarla in quanto la nostra intenzione è quella di rimanere un passo indietro rispetto a voi tutti che siete gli attori principali di questo progetto. Abbiamo - ha seguitato Emiliano - una serie di obiettivi comuni che serviranno per far diventare Bari una città intelligente e in grado di stare pienamente nel protocollo approvato dai sindaci".

Stesso obiettivo espresso poco dopo anche dall'assessore ai lavori pubblici del Comune Marco Lacarra: "La nostra città ha ottenuto nei recenti anni un miglioramento della performance ambientale e il PAES sarà un mezzo necessario per migliorarla ulteriormente. Esso costituirà un passo fondamentale per rendere Bari una città di primo piano nell'economia low carbon che attrarrà imprese e garantirà vere opportunità di lavoro grazie allo sviluppo delle energie rinnovabili e alla riduzione delle emissioni di gas serra del 30%, nostro obiettivo primario".

 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

P.A.E.S, un piano d'azione in piena evoluzione per l'energia sostenibile

BariToday è in caricamento