Frigorifero abbandonato sui frangiflutti del lungomare, Decaro bacchetta i cittadini:"Facciano la loro parte"

Il primo cittadino ha postato sulla sua bacheca Facebook la segnalazione di un passante. "Abbiamo aumentato i giorni di ritiro della plastica e di conferimento dell'indifferenziato" spiega

Il post pubblicato dal sindaco su Facebook

Un frigorifero di colore blu, fa bella mostra di sè a pochi passi dal mare, sul lungomare Nazario Sauro di Bari. Una scena che non è passata inosservata e che un passante ha fotografato e postato su Facebook, poi ricondivisa dal sindaco, Antonio Decaro, sulla sua bacheca:

Per risolvere il problema dei rifiuti e della pulizia della città ci dobbiamo impegnare tutti. Da un lato noi cittadini sporcando di meno per strada, dall'altro lato l'Amiu che ha il dovere di aumentare e migliorare continuamente i servizi.

I nuovi provvedimenti

Responsabilità condivise, che il primo cittadino sottolinea, ricordando l'impegno dell'amministrazione in tale campo, per cui qualche anticipazione era già arrivata a BariToday dall'assessore Petruzzelli. In primis il ritiro della plastica, che sarà ritirata a giorni alterni e non più ogni tre giorni, poi l'aumento degli orari di conferimento dell'indifferenziato, che ora si potrà buttare anche di domenica; già oggi c'è stata la prima sperimentazione dei nuovi orari. "Dobbiamo continuare a differenziare i rifiuti perché tutta la città - spiega il primo cittadino - deve raggiungere la percentuale di quei quartieri dove esiste il servizio di raccolta porta a porta che presto arriverà in tutta la città a partire dal San Paolo. Il porta a porta ci eviterà di pagare l'ecotassa e renderà la città più pulita senza i cassonetti".

Intanto anche Amiu sta facendo il suo, con l'acquisto di mezzi più grandi per la raccolta degli ingombranti e l'attivazione di una nuova discarica, così da evitare i cassonetti stracolmi del lunedì.

Le multe

Prosegue anche il pugno di ferro verso gli incivili: nelle ultime tre settimane, in cui sono aumentati i controlli, sono state fatte 650 multe, soprattutto alle persone non residenti che vengono a Bari a lasciare il proprio sacchetto di rifiuti e alle attività commerciali che abbandonano per strada qualunque cosa (il cosiddetto 'viaggio del sacchetto').

Insomma, un grande sforzo per rendere Bari un vero esempio, ma per riuscirci, come ricorda Decaro, serve l'impegno di tutti, evitando episodi come quello segnalato in mattinata:

Se continueremo peró ad abbandonare i mobili per strada o i frigoriferi nel mare, come quello che abbiamo raccolto tra gli scogli del lungomare Nazario Sauro, potremmo migliorare ancora i servizi, ma la città non sarà pulita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • I nomi del nuovo Consiglio regionale: la ripartizione dei seggi, ecco chi siederà in via Gentile

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Il Coronavirus fa ancora paura nella provincia: un decesso a Polignano, crescono i contagi a Noicattaro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento