menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tornano a nuotare in mare tre tartarughe Caretta caretta: "Erano rimaste impigliate nelle reti"

Dopo essere stati curati negli scorsi mesi, gli animali saranno liberati al largo di Bisceglie dai volontari del Wwf Molfetta

Dopo mesi di cure possono finalmente tornare nel loro habitat naturale: il mare. Saranno liberate nella tarda mattinata di oggi dai volontari del Wwf Molfetta Blizzard, Bucky e Anole, tre tartarughe della specie Caretta caretta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli animali erano stati pescati dalle reti a strascico negli scorsi mesi, rischiando la vita: la rapida risalita dei fondali può portarli ad accusare sintomi di decompressione e ad annegare. Si sono salvate grazie all'intervento dei volontari dell'associazione animalisti, che hanno messo loro a disposizione le cure dei medici della Facoltà di medicina veterinaria di Valenzano. Dopo gli ultimi controlli in laboratorio, Blizzard, Bucky e Anole saranno trasportati in mare aperto su un'imbarcazione messa a disposizione dalla Bisceglie Approdi, salpata dal porto di Bisceglie. Poco più di un mese fa erano tornati a nuotare anche Bashur, Walker, Arcade, altri tre esemplari recuperati dai pescatori. Uno dei tre era rimasto anche ferito da un amo. 

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento