life

Cala Corvino, il sindaco di Monopoli vieta la balneazione

In seguito allo sversamento nelle acque antistanti la Grotta delle Vergini di sostanze reflue e liquidi maleodoranti, il sindaco Romani emette un'ordinanza con il divieto di balneazione

Dopo le preoccupazioni espresse nei giorni scorsi relativamente all'inquinamento e allo sversamento di liquidi maleodoranti e sostanze reflue nella zona di Cala Corvino a Monopoli, arriva un altro indizio che fa crescere l'allarme: il sindaco di Monopoli Emilio Romani ha, infatti, emesso ieri in serata un'ordinanza che vieta la balneazione nel tratto di costa denominata 'Grotta delle Vergini'. L'ordinanza, che ha effetto immediato e resterà in vigore finchè non ci sarà un parere favorevole da parte dell'Arpa sulla ripresa della balneazione, varrà anche per l'area a 100 metri, sia a nord che a sud, dalla 'Grotta delle Vergini'.

Nei giorni scorsi, si legge sul sito del Comune di Monopoli, 'l'Arpa aveva suggerito di interdire in via precauzionale alla balneazione il tratto di costa direttamente interessato' per via di una 'fuoriuscita di acque maleodoranti e/o sostanze reflue o presunte tali'. Nella mattinata di ieri il Direttore Scientifico dell’Arpa Puglia, il dottor Massimo Blonda, e il Direttore Generale, il professor Giorgio Assennato, avevano scritto al Sindaco di Monopoli comunicando che la Direzione Scientifica aveva provveduto insieme al Dap di Bari ad eseguire il 31 agosto un terzo sopralluogo con numerosi rilievi e campionamenti subaquei direttamente nei punti di risorgiva del fenomeno.

In attesa di conoscore le risultanze analitiche e le relative valutazioni tecniche che effettuerà in questi giorni l'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente, il Comune di Monopoli ha deciso, in via precauzionale, di vietare la balneazione fino a ulteriori comunicazioni dell'Arpa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cala Corvino, il sindaco di Monopoli vieta la balneazione

BariToday è in caricamento