Green

Raccolta di oli vegetali nelle parrocchie: a Bari l'ambiente si fa beneficenza

Al via il progetto del Comune in collaborazione con Amiu, Raccolio e Banco delle Opere di Carità. In base alla quantità di rifiuto esausto accumulata, le parrocchie verranno premiate con buoni da utilizzare per sostenere gli indigenti

Far bene all'ambiente e dare una mano alla solidarietà: il Comune di Bari, Amiu e la società Raccolio hanno avviato un progetto di raccolta degli oli vegetali esausti promosso al Banco delle Opere di Carità. Nelle parrocchie verranno posizionati bidoni dove si potranno gettare gli oli di tipo domestico già versati in contenitori di plastica. In proporzione alla quantità raccolta, alle chiese ogni mese verrà riconosciuto, attraverso il Banco delle Opere di Carità un corrispettivo economico erogato con buoni acquisto da utilizzare per sostenere gli indigenti della città. I primi 4 contenitori sono stati già posizionati nelle parrocchie San Marcello a San Pasquale, San Rocco a Libertà, San Giuseppe a Madonnella e Resurrezione a Japigia. 

Gli oli alimentari rappresentano una quantità importante dei rifiuti prodotti quotidianamente, le cui fonti principali sono residui di fritture, conserve e tonno in scatola. Abitualmente considerati 'rifiuti non pericolosi' possono comunque creare seri problemi se dispersi nell'ambiente: oltre a danneggiare fauna e flora, se sversati negli scarichi fognari complicano il processo di depurazione dell'acqua. Ancor peggio il loro effetto nei corsi d'acqua: la loro presenza è segnalata da un velo opaco in superficie che blocca lo scambio d'ossigeno con l'aria, generando conseguenze e complicazioni per l'ecosistema.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta di oli vegetali nelle parrocchie: a Bari l'ambiente si fa beneficenza

BariToday è in caricamento