Lunedì, 25 Ottobre 2021
Green Murat / Piazza Aldo Moro

Si aprono le porte del "Treno verde". I "Campioni dell'economia circolare" si raccontano agli studenti

Questa mattina è stato inaugurato il progetto di Legambiente che quest'anno fa tappa a Bari. All'interno dei vagoni le esperienze delle aziende pugliesi innovative legate al riciclo, in una mostra aperta anche al pubblico

Raccontare i "Campioni dell'economia circolare", le aziende pugliesi specializzate nel dare nuova vita agli oggetti ormai inutilizzabili, all'interno di un treno. È questa la filosofia dell'edizione 2017 del Treno verde, il progetto educativo di Legambiente che quest'anno fa tappa per due giorni - 6 e 7 marzo - sul binario 1 ovest della stazione di Bari.

L'iniziativa è stata inaugurata questa mattina intorno alle 11 con il taglio del nastro da parte  del presidente di Legambiente Puglia Francesco Tarantini e dell'assessore comunale all'Ambiente Pietro Petruzzelli. Presenti anche il commissario dell'Agenzia della Regione Puglia Servizio gestione dei rifiuti Gianfranco Grandaliano e il consigliere regionale Filippo Caracciolo.

I CAMPIONI DELL'ECONOMIA CIRCOLARE- Sono sei le aziende pugliesi che quest'anno sono presenti con una presentazione della loro mission "Verde" sul treno. Tra queste ci sono aziende come Sfregola materie plastiche di Barletta - che produce la "Radiobag", una busta per la spazzatura con chip che permette ai Comuni di tracciare il percorso dei rifiuti -, la Corvasce - che crea arredamenti per uffici e fiere in cartone riciclato - o la Coregom, azienda coratina che ripristina pneumatici fuori uso o ne ricicla i materiali.

Non mancano poi progetti innovativi creati da studenti, come Ecofesta, che organizza una raccolta differenziata durante sagre o eventi culturali e alla chiusura dell'evento pianta anche alberi per ridurre le emissioni di CO2. In mattinata sono stati premiate aziende e consorzi - come il Cic, il consorzio italiano compostaggio - che si sono distinte nel mondo dell'economia circolare.

LE VISITE - Nei due giorni in cui il treno sarà a Bari verranno organizzate anche visite alla mostra - allestita nelle carrozza - sul mondo dell'economia circolare per scuole elementari, medie e superiori. Le adesioni sono arrivate principalmente dagli istituti nel Barese, ma non mancano scuole provenienti dalle altre province, come Varese.

La mattina il treno è aperto per le visite delle scolaresche, mentre nel pomeriggio è aperto al pubblico. Domani verranno presentati i dati sull'inquinamento acustico a Bari, raccolti nel weekend grazie a 5 hotspot, posizionati in strade pedonali, trafficate e in due scuole - il liceo Scacchi e l'istituto Mazzini - a Bari.

"Il Treno verde - ha spiegato Tarantini - ci ricorda che niente si distrugge, ma tutto può essere recuperato e può avere nuova vita. I campioni dell'economia circolare ci mostrano proprio questo. Ed è importante mostrare quante esperienze innovative nel campo hanno un'anima pugliese, come quelle che vengono raccontate nelle carrozze del Treno".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si aprono le porte del "Treno verde". I "Campioni dell'economia circolare" si raccontano agli studenti

BariToday è in caricamento