Venerdì, 17 Settembre 2021
Casa

Modulistica D.I.A.: quando e come presentare la domanda

A chi rivolgersi, quali documenti presentare e dove reperire i moduli: tutte le informazioni utili sulla dichiarazione di inizio lavori

©Freepik

La Dia è la dichiarazione di inizio attività ed è un documento che consente di effettuare lavori di manutenzione straordinaria in un immobile (tramezzature interne, fusione di unità immobiliari, sostituzione di impianti elettrici, idrici e fognanti, impianti autonomi di riscaldamento, frazionamento di unità immobiliari che non comporti il cambio di destinazione d’uso, ecc.), decorso il termine di 30 giorni dalla presentazione dell'istanza con i relativi documenti allegati. 

In alternativa alla Dia, per ragioni di semplificazione amministrativa, può essere presentata la Scia, ossia la segnalazione certificata di inizio attività che consente di iniziare l'attività senza la necessità di attendere la scadenza di alcun termine. 

Ad entrambe le dichiarazioni devono essere allegate le attestazioni di tecnici abilitati, gli elaborati progettuali necessari per consentire le verifiche di competenza da parte dell'Amministrazione.

Accedendo al sito https://suap.comune.bari.it/ è possibile presentare al SUAP mediante inserimento on line (MODALITÀ OBBLIGATORIA) le Segnalazioni Certificate di Inizio Attività (SCIA) relative a diverse attività. Qui tutte le info.

Per quanto riguarda la D.I.A. la persona interessata deve consegnare la Denuncia di Inizio Attività presso la Ripartizione Urbanistica ed Edilizia Privata del Comune di Bari.

I lavori da effettuare sono vincolati alla garanzia che non vengano lesi i diritti dei terzi.

Come

La persona interessata deve consegnare alla Ripartizione Urbanistica ed Edilizia Privata la D.I.A. insieme all’atto di asseveramento, cioè una dichiarazione in cui si attesta che i lavori da eseguire sono conformi alla normativa vigente. Il proprietario deve affidare la redazione di tale atto ad un professionista di fiducia (architetto, ingegnere, geometra, perito edile) iscritto all’albo di categoria.
L’atto di asseveramento deve essere integrato da un progetto tecnico dettagliato.
I moduli sono scaricabili presso la sezione “Casa Edilizia e Territorio” del sito istituzionale del Comune oppure in distribuzione presso la Ripartizione Urbanistica ed Edilizia Privata o presso l’Ufficio Relazioni con il Cittadino. Quando i lavori comprendono anche la realizzazione, la ristrutturazione o l’ampliamento degli impianti termici, la persona interessata deve depositare in duplice copia i progetti esecutivi degli impianti (secondo quanto previsto dalla legge n. 10/91) all’Ufficio Energia e Sicurezza della Ripartizione Edilizia Pubblica e Lavori Pubblici. La persona interessata può ritirare il modulo per la trasmissione dei progetti presso l’Ufficio Energia e Sicurezza della Ripartizione Edilizia Pubblica e Lavori Pubblici o presso l’Ufficio Relazioni con il Cittadino.

Una delle due copie della documentazione viene protocollata e restituita insieme all’attestazione dell’avvenuto deposito che deve essere consegnata alla Ripartizione Urbanistica ed Edilizia Privata. Secondo quanto previsto dalla legge n. 662/96, il cittadino può avviare i lavori 30 giorni dopo la presentazione della D.I.A.
Per i lavori relativi alla realizzazione, ristrutturazione o ampliamento di impianti elettrici, elettronici, gas, ascensori, antincendio, al termine delle opere, l’impresa esecutrice deve presentare all’Ufficio Energia e Sicurezza, la dichiarazione di conformità prevista dalla legge n. 46/90, completa degli allegati obbligatori.
Se l’installatore segnala che i lavori rientrano tra i casi previsti dal decreto del Presidente della Repubblica n. 447/91, la persona interessata deve trasmettere alle due Ripartizioni competenti due copie del progetto degli impianti, redatto da un professionista di fiducia iscritto all’albo di categoria, allegandole al modulo di trasmissione.

Documenti da allegare

- Indicazione dell’impresa a cui sono stati affidati i lavori;
- Dichiarazione dell’impresa per lo smaltimento dei materiali inerti;
- Elaborati grafici;
- Titolo di proprietà;
- Fotografie;
- Atto di Asseveramento;
- DURC (documento unico regolarità contributiva).

Dove richiedere i certificati per l'edilizia privata a Bari

A chi rivolgersi

POS CONDONO - D.I.A.
Numero di telefono : 080/5773139
Numero di fax : 080/5773106
Numero di Email PEC : urbanistica.comunebari@pec.rupar.puglia.it

Orari di apertura al pubblico :

Lunedì : chiuso
Martedì : 9.00 - 12.00 16.00 - 17.30 (chiuso di pomeriggio nei mesi di giugno/luglio/agosto)
Mercoledì : chiuso
Giovedì : 09.00 - 12.00
Venerdì : chiuso
Sabato : chiuso

Indirizzo : Via Abbrescia,82-86 70121 Bari

RIPARTIZIONE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA
Numero di telefono : 080/5773144 080/5773145 portineria 080/5773128
Numero di fax : 080/5773106
Numero di Email PEC : urbanistica.comunebari@pec.rupar.puglia.it
Posta elettronica : rip.urbanisticaediliziaprivata@comune.bari.it

Orari di apertura al pubblico :

Lunedì : chiuso
Martedì : 09.00 - 12.00 16.00 - 17.30 N.B. nei mesi di luglio e agosto gli uffici sono aperti solo il pomeriggio
Mercoledì : chiuso
Giovedì : 09.00 - 12.00
Venerdì : chiuso
Sabato : chiuso

Indirizzo : Via Abbrescia,82-86 70121 Bari

Costi

- 1 versamento di € 105,00 da effettuare presso la Tesoreria Comunale, o tramite conto corrente postale.

Qui tutte le info del Comune di Bari

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modulistica D.I.A.: quando e come presentare la domanda

BariToday è in caricamento