Come ordinare l'armadietto dei medicinali della nostra casa

In casa chi non ha una zona dedicata ai farmaci? Spesso alla rinfusa e senza criterio i nostri farmaci sono nel totale caos. Ecco alcuni consigli utili su cosa serve per avere un armadietto ordinato e fornito

Oggi chi non ha in casa una zona dedicata ai farmaci? Può essere un semplice cassetto, a volte un armadietto, e per quelli più generosi anche una parte intera di armadio. Molto spesso però accade che i farmaci sono alloggiati in maniera confusa e disordinata e potremmo anche non avere quello di cui abbiamo veramente bisogno.

Ecco alcuni consigli per avere un armadietto dotato di quello che potrebbe servire, senza esagerare. A casa dobbiamo avere i medicinali che utilizziamo abitualmente e qualcosa per le emergenze. Per tutto il resto ci sono le farmacie che garantiscono un servizio 24 ore al giorno, sette giorni su sette.

  • L’armadietto dei farmaci di casa non deve essere la succursale di una farmacia. Non possiamo metterci di tutto per affrontare qualsiasi tipo di malanno, acciacco o infortunio che potrebbe capitare a noi o ai nostri familiari. Costerebbe troppo e sarebbe uno spreco assurdo. Per giunta i medicinali scadono, bisogna quindi controllare e rinnovare periodicamente le nostre scorte. Il nostro armadietto dei medicinali quindi, deve essere ben organizzato. Deve contenere quello che serve.

  • Nell’armadietto non devono mancare i farmaci che usiamo abitualmente per le nostre patologie o per affrontare i disturbi di cui purtroppo soffriamo periodicamente. Chi soffre di occasionali mal di testa, ad esempio, deve trovare nell’armadietto, all’occorrenza, le pillole o le gocce di cui ha bisogno, così come per gli altri disturbi, occasionali o cronici: diabete, pressione, ecc. Soprattutto se si prendono i cosiddetti “salvavita”, non bisogna rimanere mai senza. Per tutte queste situazioni è quindi corretto e anche necessario avere una scorta di medicinali specifici, ma senza esagerare nelle quantità. Facciamo in modo che ci sia quello che ci serve per un paio di mesi, non per anni, perché i medicinali costano e per giunta hanno una scadenza.

  • Teniamo poi alcuni medicinali di base per le emergenze: un disinfettante, dei cerotti, del cotone. Un antipiretico per la febbre, un antinfiammatorio per i dolori, una pomata per le contusioni e una per le ustioni, un medicinale per i disturbi intestinali.

  • Nel nostro armadietto un termometro non può mancare.

Ricordiamoci poi di collocare le medicine fuori dalla portata dei bambini, lontano da fonti di calore ed in un ambiente fresco e non umido.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Coronavirus, viola la quarantena ed esce per fare la spesa: barese beccato dai carabinieri

  • "Ero a fare le pelose" sul lungomare: scatta multa da 3mila euro. A Bari oltre 300 persone in quarantena

  • Nonno contagiato dal Coronavirus al San Paolo: in sette vivevano nell'appartamento da 60mq

  • Muore medico barese contagiato dal coronavirus: è la terza vittima in Puglia tra gli operatori sanitari

  • Tragedia a Bari: scende per ritirare la frutta, cade a terra e muore. "La versione dell'infarto non convince i figli"

  • Mascherine stampate in 3D con filtro intercambiabile, il progetto parla barese: "Stiamo partendo con la produzione"

Torna su
BariToday è in caricamento