menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro antiviolenza "La luna nel pozzo"

Tutte le informazioni sul servizio del Comune di Bari dedicato a donne e minori anche stranieri vittime di violenze sul territorio comunale

Il centro antiviolenza “La luna nel pozzo”, attivato dal Comune di Bari nel luglio 2010, si rivolge a donne e minori, anche stranieri, vittime di abusi e violenze del territorio di Bari. Obiettivo prioritario del centro è prevenire e contrastare i fenomeni di maltrattamento, violenza e abuso attraverso interventi strutturati su diversi livelli.

Il servizio, finanziato dal Comune di Bari con fondi ex L 285, è gestito dal Consorzio Meridia attraverso la Cooperativa Crisi e svolge attività di prevenzione, sensibilizzazione, aiuto, tutela e protezione finalizzata alla promozione della cultura della non violenza nella comunità di riferimento.

Questi i servizi offerti:

- emersione del problema della violenza contro donne e minori, tramite ascolto telefonico: è attivo il numero verde 800148633 che consente agli utenti di esprimere le richieste di aiuto in qualunque momento della giornata;
- assistenza psico-socio-sanitaria. L’utente viene supportato attraverso l’intervento di un’equipe multispecialistica mediante l’integrazione di strumenti diversificati quali anche: l’ascolto, il sostegno psicologico, il trattamento psicoterapico in raccordo con la rete interistituzionale;
- realizzazione di ascolti protetti sia nell’ambito di procedimenti penali che nell’ambito di procedimenti cautelari minorili;
- informazioni e consulenza legale: il servizio ha carattere esclusivamente stragiudiziale ed offre gratuitamente informazioni sui temi dei diritti della persona e della famiglia;
- orientamento, bilancio di competenze, ricerca attiva del lavoro: l’intervento mira ad offrire agli utenti vittime di abuso e maltrattamenti un supporto nella ricerca attiva del lavoro e agli autori di stalking un’attività di orientamento sui servizi di supporto esistenti sul territorio;
- attivazione del servizio “Luogo dell’Emergenza” di Pronta Accoglienza: all’interno della Comunità Educativa della cooperativa GEA, sarà possibile attivare un "Luogo dell’ Emergenza"/Pronta Accoglienza dove poter accogliere 1 donna sola o con figli, per un massimo di 18 ore, qualora vi fosse la necessità di dover rispondere con immediatezza ad un bisogno di protezione e allontanamento dal luogo della violenza;
- gruppi di Auto Aiuto: la costituzione dei gruppi risponde all’obiettivo di consentire il confronto dei partecipanti sui vissuti e sui contenuti emotivi delle esperienze comuni e di trarre, dal contributo di ciascuno all’interno del gruppo, sostegno reciproco e nuove e consolidate competenze di problem solving e progettuali.

Il centro antiviolenza “Luna nel Pozzo” è a Bari, in via Amendola 120, telefono e fax 080/5534833 - è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle ore 12,30 e dalle 15,30 alle 18,30. Inoltre è attivo il numero verde 800 148 633 che funziona anche durante le ore di chiusura del Centro.


“La violenza contro le donne è forse la violazione dei diritti umani più vergognosa. E forse la più pervasiva. Non conosce limiti geografici, limiti culturali o di ricchezza. Fintanto che continua non possiamo dichiarare di fare reali progressi verso l’uguaglianza, lo sviluppo e la pace”. Kofi Annan, Nazioni Unite 1999

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento