rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Lavoro

Come aprire la Partita Iva

La Partita Iva è uno strumento importante a disposizione dei lavori autonomi, delle aziende e dei liberi professionisti grazie alla quale possono operare nel loro ambito lavorativo. Vediamo i passaggi per poterne aprire una

Hai un'attività tutta tua, sei un libero professionista e vorresti aprire la Partita Iva? Sicuramente molti come te hanno deciso di intraprendere questa strada. Pensa che in Italia i lavoratori freelance, tra i 15 e i 74 anni, sono circa 3,7 milioni (dati Eurostat). Ecco i passaggi utili da seguire.In questa guida capiremo meglio quali sono tutti gli step da seguire, i relativi costi e la scelta più conveniente sulla base della propria attività e del proprio reddito.

Cos'è la partita Iva

Un professionista che decide di lavorare in proprio, dovrà registrare regolare fattura, così come chiunque voglia avviare un’attività commerciale. A questo proposito si avrà la necessità di aprire una partita Iva, sia per motivi fiscali che contabili. Come già accettato, la partita Iva è di fatto un insieme di numeri, atti a identificare una società o una persona fisica. I primi sette numeri sono designati per collegare la partita Iva al contribuente titolare, i tre seguenti, invece, sono il codice identificativo dell’Ufficio delle Entrate, e l’ultimo, infine, ha una funzione di controllo. 

Come richiederla

Per poter aprire una partita Iva è necessario presentare una richiesta presso l’Agenzia delle Entrate, che provvederà al rilascio del codice. Questi modelli rappresentano una dichiarazione di inizio attività. Per aprirla è necessario compilare il modello di inizio attività. Le imprese individuali e i lavoratori autonomi devono utilizzare il modello AA9/12. Invece, qualora l’intestatario sia una società Il modello di riferimento è l'AA7/10. Il modello AA9/12 deve essere presentato entro 30 giorni dalla data di inizio attività:

  • in duplicato a un qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate;

  • a mezzo servizio postale, mediante raccomandata, allegando copia del documento di identità del dichiarante, da inviare a un qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate di Bari

  • in via telematica direttamente dal contribuente o tramite i soggetti incaricati della trasmissione telematica. 

Inoltre, il governo richiede la registrazione della propria posizione presso l’Inps, per il pagamento dei contributi, così come presso l’Inail, per l’assicurazione obbligatoria. Questi documenti sono facilmente scaricabili attraverso il sito web dell’Agenzia delle Entrate. 

Costi

Aprire una partita Iva è gratuito ma sarà necessario scegliere il regime fiscale ritenuto più adatto. Attualmente sono previsti due regimi, quello forfettario e quello a contabilità ordinaria. Se si dovesse rientrare nei giusti parametri per il regime forfettario, l’aliquota sostitutiva Irpef Iva sarà al 5% per i primi 5 anni, al 15% a partire dal sesto. Per quanto riguarda i professionisti senza cassa, dunque iscritti alla gestione separata Inps, l’aliquota è del 27.72%. In definitiva, i costi previsti per una partita Iva a regime ordinario sono:

  • costi Irpef;

  • costi Irap;

  • costi per la Camera di Commercio - Diritto camerale;

  • costi Iva.

Le novità del 2019

A partire dal 1° gennaio 2019 sono entrate in vigore importanti novità in merito alla Partita IVA. Prima tra tutte: l'obbligo di fatturazione elettronica e delle nuove regole per l’accesso al regime forfettario, che consente di risparmiare sui costi da sostenere.

Per aprire Partita Iva, potrai scegliere se affidare tutto al tuo commercialista di fiducia (che si occuperà della pratica al costo di 150/300 euro), oppure effettuarla tu in autonomia, senza alcun costo aggiuntivo oltre ai classici bolli e diritti di apertura attività. Se hai scelto di aprire una ditta individuale oppure una partita IVA da libero professionista o di aderire al regime IVA ordinario, cambia poco: la procedura è sempre la stessa.

Il modello AA9/12

Per aprire la partita IVA, devi compilare il modello AA9/12 (che si usa anche per la chiusura della partita IVA) e utilizzare on-line la procedura Comunicazione Unica (detta anche ComUnica) tramite il sito del Registro delle Imprese.

Le tempistiche

Grazie a ComUnica, aprire Partita Iva è  abbastanza veloce: di solito basta una settimana.

Ecco che cosa occorre fare:

1. Collegarsi al sito del Registro Imprese e clicca su Area Utente:

2. Effettuare il Login (se sei già un utente registrato) oppure su Registrati (se sei un nuovo utente);

3. Una volta che sei entrato nel servizio, puoi fare la richiesta di apertura della partita IVA compilando il modello AA9/12 direttamente online.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come aprire la Partita Iva

BariToday è in caricamento