Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

Conosciuto anche come vedova nera mediterranea o vedova nera europea, la malmignatta è un ragno che appartiene alla famiglia Theridiidae e al genere Latrodectus come appunto la vedova nera. Ecco i consigli utili per essere preparati

Conosciuto anche come vedova nera mediterranea o vedova nera europea, la malmignatta è un ragno che appartiene alla famiglia Theridiidae e al genere Latrodectus come appunto la vedova nera. Vive generalmente in luoghi secchi e brulli. Spesso si incontra nella macchia mediterranea bassa, nelle praterie e tra le sterpaglie e i sassi dei muretti a secco tipici della nostra Puglia. 

Come riconoscerla

La malmignatta è di colore nero, ha delle macchie rosse sull'addome che possono variare in dimensione e numero. Le femmine invece presentano generalmente tredici macchie di colore rosso. Insieme al ragno violino è uno dei ragni più pericolosi in Italia.

E' velenosa?

Solo il morso degli esemplari femmina è molto pericoloso per gli uomini. Gli esemplari maschi invece hanno dimensioni molto piccole per cui non riescono ad affondare i loro morso nella pelle. Il veleno delle femmine è molto pericoloso perchè agisce sul sistema nervoso. Oltre a provocare un forte dolore nella zona in cui ha attaccato capita che nel giro di 24 ore inizino a manifestarsi gli effetti del veleno.

I sintomi

Chi viene morso da questo ragno inizia ad accusare forti dolori muscolari che dalla zona del morso si propagano in tutto il corpo. Sopraggiungono i crampi nella parte addominale e si avverte un forte mal di testa, vertigini, nausea e vomito. Si hanno anche tremori, sudorazioni e tachicardia e nei casi più gravi shock anafilattico e coma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cosa fare

Generalmente è molto difficile che ci si possa imbattere nel ragno. Questo accade solitamente ai contadini o ai quei poveri sfortunati che lavorano in prossimità dei luoghi dove nidifica il ragno. Se qualcuno viene malauguratamente morso non sono assolutamente consigliati i metodi fai da te. E' opportuno recarsi presso l'ospedale più vicino. Il veleno si diffonde velocemente in tutto il corpo attraverso la circolazione linfatica ed ematica. Nei casi più gravi è opportuno somministrare l'antidoto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo Dpcm già oggi? Per fermare il contagio covid in arrivo il coprifuoco alle 22

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Nuova stretta anticovid, entro domenica un altro Dpcm? Stop alle 22 per i ristoranti, no ai centri commerciali nel weekend

  • Fermare l'aumento dei contagi ed evitare il lockdown, oggi il nuovo dpcm: verso coprifuoco alle 22 e orari scaglionati per le scuole

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento