Tasse

Modello Unico 730: come si compila e dove si presenta

Il modello 730 è un documento che va compilato per la propria dichiarazione dei redditi ed è destinato a lavoratori dipendenti e pensionati. Ecco le informazioni utili

Pensionati e dipendenti presentano all'Agenzia delle Entrate iI modello unico 730, il documento compilato per la propria dichiarazione dei redditi. Dal 2020 questo documento può essere presentato anche per il contribuente deceduto nel corso 2019 o entro il 30 settembre 2020. Per le persone decedute successivamente al 30 settembre 2020, la dichiarazione dei redditi per l’anno d’imposta 2019 può essere presentata utilizzando esclusivamente il modello Redditi PF. Con il 730 il rimborso delle spese detratte arriva direttamente in busta paga o con l’accredito della pensione, mentre se ci sono somme da versare queste vengono trattenute. Non ci sono calcoli da fare.

Vediamo insieme chi deve compilarlo, come e dove presentarlo.

Chi può presentarlo

- pensionati o lavoratori dipendenti (compresi coloro per i quali il reddito è determinato sulla base della retribuzione convenzionale);
- soggetti che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente (quali il trattamento di integrazione salariale, l’indennità di mobilità, ecc.);
- soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;
- sacerdoti della Chiesa cattolica;
- giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive (consiglieri regionali, provinciali, comunali, ecc.);
- soggetti impegnati in lavori socialmente utili. I lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato per un periodo inferiore all’anno possono presentare il Mod. 730:
- il sostituto d’imposta se il rapporto di lavoro è in essere almeno nel periodo di consegna del modello per la liquidazione delle imposte;
- il centro di assistenza fiscale per lavoratori dipendenti (Caf-dipendenti) o ad un professionista abilitato se il rapporto di lavoro è in essere almeno nel periodo di consegna del modello per la liquidazione delle imposte e si è a conoscenza dei dati del sostituto che dovrà effettuare il conguaglio.

Possono utilizzare il Mod. 730, presentandolo ad un Caf-dipendenti o ad un professionista abilitato, anche i soggetti che nell’anno di imposta posseggono soltanto redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente di cui all’art. 50, comma 1, lett. c-bis), del Tuir – definiti redditi di collaborazione coordinata e continuativa – almeno nel periodo di consegna del modello per la liquidazione delle imposte e conoscono i dati del sostituto che dovrà effettuare il conguaglio.

I soggetti che devono presentare la dichiarazione per conto delle persone incapaci, compresi i minori, possono utilizzare il Mod.730, se per questi contribuenti ricorrono le condizioni sopra indicate.

Chi non deve presentarlo

Se molto spesso si presenta il 730 perché "conviene" e si hanno spese detraibili o deducibili (dalle spese sanitarie agli interessi del mutuo o i vari bonus casa). Coloro che hanno esclusivamente redditi da abitazione principale o altri fabbricati non locati (quelli esenti imu), da lavoro dipendente e da pensione corrisposti da un unico sostituto d'imposta, redditi soggetti ad imposta sostituiva con esclusione della cedolare secca (es interessi sui Bot) o ritenuta alla fonte (interessi cui conti correnti).

Tipologie di reddito

- redditi di lavoro dipendente
- redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente
- redditi dei terreni e dei fabbricati
- redditi di capitale
- redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita IVA
- alcuni dei redditi diversi
- alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata

Come si compila

Il modello 730, il cui modulo è scaricabile dal sito ufficiale dell'Agenzia delle Entrate, è formato da diverse parti, ognuna delle quali può essere compilata avendo a dispozione un determinato documento. Ecco quali sono i documenti necessari per poter compilare le diverse pagine del modello.

Da un po' di tempo a questa parte quello che viene fornito è già in parte precompilato grazie alle informazioni che nel corso dell'anno sono pervenute automaticamente all'Agenzia delle Entrate (provenienti dal datore di lavoro, dallo scarico di spese sanitarie, di interessi passivi, ecc. ecc.). 

Frontespizio -  Certificazione Unica e Anagrafe tributaria
Prospetto dei familiari a carico - Certificazione Unica
Quadro A- redditi dei terreni Dichiarazione dei redditi dell’anno precedente e banche dati immobiliari
Quadro B - redditi dei fabbricati Dichiarazione dei redditi dell’anno precedente e banche dati immobiliari e Certificazione Unica - Locazioni brevi
Quadro C e D - Altri redditi Certificazione Unica
Quadro E - Oneri e spese - Comunicazioni oneri deducibili e detraibili, dichiarazione dei redditi dell’anno
precedente e Certificazione Unica
Quadro F - Acconti, ritenute, eccedenze e altri dati Certificazione Unica, dichiarazione dei redditi dell’anno precedente e pagamenti e compensazioni con F24
Quadro G - Crediti d’imposta - Dichiarazione dei redditi dell’anno precedente e compensazioni con F24
e Certificazione Unica

Il modello 730 può essere presentato direttamente dal soggetto interessato, oppure ci si può rivolgere direttamente ad un professionista o ad un CAF che provvederà, previo rilascio di una specifica delega, alla compilazione del modulo ed all'allegazione dei documenti all'Agenzia delle Entrate del territorio competente.

Caf e Caaf a Bari: tutte le informazioni utili sui centri autorizzati assistenza fiscale

Indirizzi utili 

Agenzia delle Entrate - Guida alla compilazione del modello 730

Agenzia delle Entrate - Dichiarazione precompilata del modello 730

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modello Unico 730: come si compila e dove si presenta

BariToday è in caricamento