Martedì, 26 Ottobre 2021
BariToday

La scuola primaria “Aldo Moro” di Altamura vince l’aula creativa messa in palio da “La matita delle idee”, il concorso nazionale di Fi.l.a. – Giotto

La Scuola Primaria “Aldo Moro” di Altamura (BA) vince la quarta edizione de “La Matita delle Idee”, il premio nazionale istituito da F.I.L.A. - GIOTTO con il patrocinio di MUBA Museo dei Bambini di Milano e rivolto alle scuole dell’infanzia e primarie. Grazie all’originale elaborato realizzato dai piccoli Altamurani, la scuola si è aggiudicata la realizzazione di un’aula creativa del valore di 25milla euro, un punto d’incontro, sperimentazione e creazione a misura di bambino.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

La Scuola Primaria "Aldo Moro" di Altamura (BA) vince la quarta edizione de "La Matita delle Idee", il premio nazionale istituito da F.I.L.A. - GIOTTO con il patrocinio di MUBA Museo dei Bambini di Milano e rivolto alle scuole dell'infanzia e primarie. Un concorso unico nel suo genere, pensato per coinvolgere l'Istituto nel suo insieme, creando occasioni di aggregazione, condivisione, confronto tra le varie anime della scuola e dove il denominatore comune e il linguaggio utilizzato è quello della creatività.

Grazie all'originale elaborato realizzato dai piccoli Altamurani, la scuola si è così aggiudicata la realizzazione di un'aula creativa del valore di 25milla euro, un punto d'incontro, sperimentazione e creazione a misura di bambino. A partire da uno spazio ricavato all'interno della scuola prenderà infatti vita un luogo unico, messo a punto sulle specifiche esigenze d'insegnanti ed alunni e reso speciale dal tocco di un architetto che l'arricchirà grazie a un design originale oltreché funzionale. Un'aula creativa in cui l'arredo creato ad hoc si completerà con i must have di F.I.L.A. - GIOTTO, prodotti per colorare, disegnare e modellare.

Il titolo attorno al quale i ragazzi hanno lavorato e che ha raccolto circa 500 elaborati è "Crescere è un'Arte", stare bene con gli altri, stare bene a scuola. La convivenza pacifica nelle scuole è infatti una tematica di grande attualità e i bambini accompagnati dalle maestre hanno tracciato, attraverso l'azione creativa, un percorso che li ha portati ad analizzare l'importanza del rispetto reciproco unito ad una maggiore consapevolezza della comunità e dell'esserne parte.

L'ALFIABETO, l'elaborato vincitore in cui i valori della convivenza vengono delicatamente espressi attraverso il racconto creativo di immagini "fiabesche", è così emerso tra tutti per la spiccata originalità e completezza: un manifesto capace di coniugare al meglio il tema proposto attraverso un approccio interdisciplinare, approfondendo contenuti e tecniche, utilizzando linguaggi grafici ed espressivi in sovrapposizione, sviluppando il tutto attraverso il lavoro collettivo dell'intera scuola, una squadra di circa seicento bambini.

La tavola è un Alfabetiere della Convivenza formato da ventuno lettere, ventuno racconti e da altrettante illustrazioni. Dietro ogni lettera si nasconde una parola della "convivenza", dietro ogni parola si cela una storia e dietro ogni storia si annida un disegno. E come ogni fiaba che si rispetti, "l'alfiabeto", si conclude con un racconto che prevede il più lieto dei finali possibili: "... e vissero felici e contenti". Le lettere, posizionate all'esterno dell'elaborato, si uniscono così al cuore del lavoro, il disegno-racconto, grazie a un sistema di calamite.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scuola primaria “Aldo Moro” di Altamura vince l’aula creativa messa in palio da “La matita delle idee”, il concorso nazionale di Fi.l.a. – Giotto

BariToday è in caricamento