Fase 2 e autolavaggio: si può lavare la propria auto?

Nel rispetto delle regole si può portare la propria auto all'autolavaggio più vicino

©Freepik

Con la fase 2 iniziata il 4 maggio ci si può recare serenamente all'autolavaggio per lavare la propria auto. Le indicazioni spesso confuse delle scorse settimane avevano regalato qualche spiacevole episodio e infatti qualche malcapitato automobilista durante la fase 1, purtroppo, è stato sanzionato con multe salate (fino a 370 euro).

Il malinteso nasce dal fatto che le attività di autolavaggio rientravano tra quelle libere di aprire, dato che erano contrassegnate con il codice ATECO 45 (categoria manutenzione veicoli). Numerosi automobilisti, diretti all'auto lavaggio, però, sono stati fermati dalle forze dell'ordine e sanzionati per essere usciti senza una "comprovata necessità".

Sono stati quindi numerosi i titolari degli autolavaggi che hanno preferito tenere chiuso fino al 4 maggio, in modo da tutelare i propri clienti.

Fase 2 e Assolavaggisti

Assolavaggisti, l'associazione di categoria, ha ricordato che dall'inizio della fase 2 gli automobilisti possono recarsi serenamente presso il lavaggio più vicino, rispettando alcune semplici regole:

  • dovranno percorrere il tragitto più breve
  • in caso di controllo, dovranno giustificare il motivo dello spostamento sul modulo dell'autocerficazione.

Ricordiamo, infine, a tutti gli automobilisti che anche presso gli autolavaggi si devono rispettare le norme vigenti per la sicurezza di tutti, ovvero mantenere le distanze minime e indossare guanti e mascherina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il van di Borghese sbarca a Bari: lo chef premia il miglior ristorante di crudo di mare

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

  • Un'altra stretta con il nuovo decreto anti Covid: Puglia verso la zona arancione?

  • Coronavirus, a Bari oltre 3mila casi accertati: l'area San Girolamo-Fesca-Stanic-San Paolo è la più colpita

Torna su
BariToday è in caricamento