Emergenza Coronavirus: Quanti passeggeri possono spostarsi in automobile e in moto?

Le informazioni del decreto


Molti di noi si stanno chiedendo se una volta presa la macchina per spostamenti in città o paese in caso di emrgenza, salute o rientro da lavoro, in quanti passeggeri si può viaggiare in automobile? Si può andare in due in moto? Queste due domande sono tra le più frequenti riguardo agli spostamenti consentiti in questo periodo di emergenza per il Coronavirus. La risposta si trova sul sito del Governo, nel decreto dell'11 marzo #Iorestoacasa.

Le auto possono essere utilizzate da più passeggeri solo se si rispetta la distanza minima di un metro. Non è invece possibile andare in due in moto, dato che la distanza minima di un metro non può essere rispettata.

I limiti non valgono se i mezzi sono utilizzati da persone conviventi, che possono viaggire una accanto all'altra.

Vi ricordiamo che gli spostamenti devono essere sempre giustificati: i veicoli possono essere utilizzati soltanto per esigenze reali e motivate. Su tutto il territorio nazionale le forze dell'ordine svolgono controlli e posizionano posti di blocco.

Se si è quindi costretti a spostarsi per una di queste motivazioni si può fare ma solo per motivi di forte necessità

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Coronavirus, viola la quarantena ed esce per fare la spesa: barese beccato dai carabinieri

  • Come proteggersi dal contagio del ''Coronavirus'': le mascherine, i disinfettanti e le abitudini igieniche

  • Tragedia a Bari: scende per ritirare la frutta, cade a terra e muore. "La versione dell'infarto non convince i figli"

  • Party di compleanno per i 18 anni nonostante i divieti coronavirus: in casa arriva la Polizia, scattano multe salatissime

  • "Non abbiamo più spazio nei cimiteri, dovete rispettare le regole", lo sfogo di Decaro nella diretta social: "Così non ne usciamo più"

  • Primo decesso per Coronavirus a Modugno, il dolore del sindaco Magrone: "Una sconfitta di tutti"

Torna su
BariToday è in caricamento