Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo: le iniziative

Il 2 aprile ricorre la quattordicesima Giornata Mondiale per la consapevolezza sull’autismo. Numerose le iniziative e le opportunità per informarsi riguardo a tale ricorrenza

Anche il 2 aprile di quest’anno si è svolta la quattordicesima Giornata Mondiale per la consapevolezza sull’autismo. Tale giornata è stata istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale dell’ONU e richiama l’attenzione di tutti sui diritti delle persone nello spettro autistico.

Secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale per il monitoraggio dei disturbi dello spettro autistico, infatti, in Italia 1 bambino su 77 (età 7-9 anni) presenta un disturbo dello spettro autistico.

Una giornata, dunque, che diventa occasione di informazione e sensibilizzazione attraverso numerose iniziative su tutto il territorio nazionale e internazionale.

Una collaborazione d’eccezione

Alcune di queste iniziative entrano nel concreto dei problemi quotidiani che la neurodiversità può creare, come le difficoltà nell’occupazione. Come afferma la Presidente del Comitato Famiglie Insieme – genitori a sostegno della neurodiversità -, Stefania Grimaldi: “Per i ragazzi con neurodiversità è molto difficile trovare un lavoro, a causa di molteplici ostacoli burocratici, che insieme alle difficoltà specifiche delle persone con autismo, scoraggiano le imprese”.

A questo bisogno risponde il progetto "Buono e solidale”, creato da Maiora srl, centro distribuzione Despar del Centro Sud Italia con oltre 500 punti vendita, in collaborazione con la Coop. OP Agritalia e la costituenda Coop. WorkAut., nata con lo scopo principale di avviare percorsi di inserimento professionale per ragazzi maggiorenni con autismo ad alto funzionamento.

Una collaborazione forte tra organismi sensibili all’inclusione professionale di persone affette da questo disturbo. “Da anni ci impegniamo a realizzare iniziative nell’ambito dell’inclusione sociale, sportiva e culinaria di ragazzi con neurodiversità. – ha affermato Pippo Cannillo, Presidente e Amministratore Delegato di Despar Centro-Sud - Con il progetto “Buono e Solidale”, portiamo avanti un percorso concreto di avviamento professionale per questi ragazzi, perché possa essere per loro un’occasione per entrare nel mondo del lavoro e per migliorare la loro vita e quella delle loro famiglie”.

Aloe Vera per la Neurodiversità

La prima iniziativa legata a questo progetto è stata “Aloe Vera per la Neurodiversità” che ha previsto lo svolgimento di una regolare prestazione lavorativa nella fase di confezionamento di piantine di aloe vera e loro promozione, avvenuta il 30 marzo presso l’Eurospar di Trani, in via Istria. Le piantine sono in vendita in esclusiva nei punti di vendita Despar, Eurospar ed Interspar nel Centro-Sud.

Grazie alla vendite delle piantine, Despar contribuirà al finanziamento delle attività future dei ragazzi con una donazione a favore della cooperativa.

In questo modo l’Aloe Vera, le cui proprietà benefiche e curative sono note fin dai tempi antichi, tanto da essere stata molto spesso denominata “pianta miracolosa” diventa anche un simbolo di condivisione e inclusione.
Donare una piantina di Aloe Vera è oggi un gesto significativo per la comunità. Nella speranza che questo impegno venga ripagato con equità e maggiore sensibilità.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Lerario al posto di Lopalco, 'commissariata' la gestione della campagna vaccinale in Puglia: la protezione civile punta a 40mila dosi giornaliere

  • La Puglia sarà arancione dalla prossima settimana? Numeri in discesa ma preoccupano i ricoveri

  • Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

  • In Puglia 50mila somministrazioni dei vaccini anti Covid in 2 giorni, Emiliano: "Esaurite dosi Pfizer e Moderna"

  • La circolare della Regione: da domani sarà possibile vaccinare tutti gli over 60 pugliesi anche senza prenotazione

  • Apertura della campagna vaccinale agli over 60 senza prenotazione, la Regione chiarisce: "Domani solo 79enni"

Torna su
BariToday è in caricamento